Ingroia: “Il 19 luglio hanno parlato troppi che avrebbero dovuto tacere”

Le commemorazioni non servono se non per denunciare la codardia e la complicità dei molti e l’isolamento dei pochi. Importante è non fermarsi a ieri, ma guardare l’oggi con la stessa fermezza ed intransigenza di Paolo Borsellino. Contro la politica codarda e opportunista, contro la magistratura omologata e carrierista (segue)

Leggi il seguito