Allevatori colpiti dagli incendi, appello a Musumeci e Scilla per interventi immediati

Incendi, danni incalcolabili per la zootecnia estensiva delle zone montane e collinari. Castagna (Cia Sicilia) chiede al presidente della Regione Musumeci e all’assessore all’agricoltura Scilla, misure concrete (segue)

Leggi tutto

Via libera agli allevatori siciliani, penalizzati dalla brucellosi, che potranno riprendere l’esportazione dei bovini fuori della Sicilia

Riparte l’esportazione dei bovini siciliani. Castagna (Cia Sicilia): “Bene per gli allevatori siciliani penalizzati dalla brucellosi ma ora si istituisca un tavolo aperto con le associazioni più rappresentative del mondo agricolo” (segue)

Leggi tutto

Agricoltori a Scilla: “Sostegno nei vari comparti, tra cui quelli florovivaistico, agrituristico, carne-latte-formaggi, vino e produzioni di qualità”

Rosa Giovanna Castagna: “Nel documento consegnato a Scilla chiediamo l’assunzione di impegni concreti per il rilancio del settore agricolo, che è di vitale importanza per l’economia dell’intera regione” (segue)

Leggi tutto

Acqua per l’agricoltura. Cia Sicilia scrive al governo regionale: accelerare riforma dei consorzi di bonifica e dare certezze su debiti pregressi e “ruoli consortili”

Il principio inalienabile che l’acqua se si riceve si deve pagare al prezzo giusto non è solo un problema economico, ma di giustizia, etico e di democrazia (segue)

Leggi tutto
Rosa Giovanna Castagna presidente Cia Sicilia

Grano duro biologico, Castagna (Cia): “Via libera semina ad anni alterni, grazie ad impegno organizzazioni di categoria e assessore Bandiera”

Grano duro biologico, in Sicilia gli agricoltori potranno adottare la rotazione quadriennale con due cicli colturali di frumento che permette di tornare alla tradizionale semina biennale del grano duro (segue)

Leggi tutto
Rosa Giovanna Castagna presidente Cia Sicilia

Danni maltempo e tutela territorio, Castagna (Cia Sicilia): “Vincere lentezze burocrazia ripensando ruolo agricoltura e consorzi di bonifica”

“Gli eventi drammatici degli ultimi giorni hanno messo in discussione l’attuale gestione del territorio in caso di calamità naturali” (segue)

Leggi tutto