CoopsDay, impresa cooperativa come modello di sviluppo nel futuro del lavoro nel mondo

Per regolamentare con maggiore equità le imprese cooperative in Italia, andrebbero immediatamente riviste due norme che riguardano l’obbligatorietà dell’organismo di controllo e del consiglio di amministrazione (segue)

Leggi il seguito

Dati alle fiamme pulmini trasporto disabili del Comune di Partinico. Cappadona, Agci: “Atto vile e scellerato, da respingere con fermezza”

“Solidarietà e vicinanza contro il grave atto intimidatorio che priva di servizi essenziali 47 disabili di Partinico”, afferma Michele Cappadona, presidente regionale dell’Associazione Generale delle Cooperative Italiane (segue)

Leggi il seguito

Cooperative di comunità, in Sicilia riconosciute per legge. Cappadona, Agci: “Ars approva all’unanimità, grande prova di sensibilità politica”

La Regione Sicilia provvederà alla costituzione dell’albo regionale delle cooperative di comunità e dei loro consorzi, che potranno valersi di particolari misure di sostegno, anche dei fondi europei (segue)

Leggi il seguito

Dal Durc alla governance delle coop, la deputata Bucalo incontra presidente Agci Sicilia Cappadona su iniziative legislative a tutela delle imprese

Abrogare il comma della legge 205/2017 che ha imposto che le imprese cooperative non possano avere un amministratore unico ma un cda, per una durata non superiore a tre esercizi (segue)

Leggi il seguito

Ieri lo sciopero nazionale delle cooperative sociali e terzo settore. Usb: “Non è che l’inizio”

Le istanze: svincolare i servizi sociali dal pareggio di bilancio, riconoscere come usurante il lavoro di cura, equiparare le condizioni normative dei servizi in appalto con quelli in capo al pubblico, avviare una stagione di reinternalizzazione di lavoratori per garantire la qualità dei servizi e delle condizioni di lavoro (segue)

Leggi il seguito

Nuovo impulso agli sportelli CAT per le cooperative. Cappadona, Agci Sicilia: “Modificare le modalità di assegnazione delle risorse da parte della Regione”

“Cambiare l’attuale criterio monopolistico che assegna ingiustamente maggiori risorse proprio alle centrali cooperative che hanno una maggiore dimensione” (segue)

Leggi il seguito