All’I.C. “Giovanni XXIII” di Paceco il progetto “Amare. Infinito plurale” per la parità di genere

Avviato due settimane fa all’I.C. “Giovanni XXIII” di Paceco, entra nel vivo il progetto realizzato dalla scuola con fondi regionali deliberati con una circolare dell’Assessorato regionale alla Pubblica Istruzione per favorire la cultura della parità e dell’uguaglianza di genere, denominato “Arte di ogni genere”.
Si tratta di un’iniziativa ideata con il coinvolgimento delle scuole secondarie di primo e secondo grado, con attività volte a favorire la diffusione della cultura della nonviolenza e del rispetto, e contro la violenza di genere.
Il progetto dell’I.C. Giovanni XXIII, diretto dalla Dirigente Scolastica Barbara Mineo, si chiama “Amare. Infinito plurale” ed è stato concepito per la  realizzazione di uno spettacolo che si svolgerà alla fine di un laboratorio teatrale e uno di scrittura, utilizzando la forza della rappresentazione teatrale per sensibilizzare gli alunni e le alunne su questa tematica.
Il laboratorio, guidato dal docente esperto, l’attore e regista teatrale Massimo Pastore, affiancato dalle docenti Ignazia Curatolo e Vita Valenti; da lunedì 22 aprile prevederá uno stage tenuto dalla monologhista teatrale pugliese Daniela Baldassarra. Il workshop verterà sulla scrittura creativa, idonea a far emergere un testo su queste tematiche specifiche che affronti l’argomento con un taglio non necessariamente drammatico ma, anzi, ironico, autoriflessivo ed efficace. L’obiettivo sarà quello di indagare il valore della comicità nella trattazione di tematiche importanti come la parità di genere e la violenza. “Come si può affrontare temi delicati con leggerezza? Qual è la valenza della comicità femminile nella lotta alle disparità e alle discriminazioni?”. Queste sono solo alcune delle domande alle quali sarà possibile rispondere in questo viaggio che porrà al centro l’ironia e l’autoironia.
I protagonisti del percorso di formazione sono alunni ed ex alunni dell’Istituto  Giovanni XXIII e dell’Istituto Superiore ‘Florio’ di Erice, diretto da Pina Mandina.
Il progetto viene portato avanti in un’ottica di partenariato tra i due istituti e durante la tre giorni, dal 22 al 24 aprile, sono previsti due incontri a Paceco e uno a Erice vetta nella sede del ‘Florio’ per sottolineare l’idea di un cammino compiuto dai ragazzi tra le due realtà scolastiche e territoriali alla ricerca di nuove suggestioni da inserire.
Lo spettacolo finale andrà in scena il 9 giugno al teatro Pardo di Trapani.