Accordo tra Ordine dei commercialisti e Comune di Palermo per l’accesso ai dati dell’anagrafe

Concesso ai commercialisti l’accesso alla banca dati dell’anagrafe del Comune di Palermo per estrarre alcuni certificati come quello di residenza e di stato di famiglia, utili per le attività con la clientela.

Lo prevede la convenzione tra il Comune di Palermo e l’Ordine dei commercialisti firmata oggi a Villa Malfitano a Palermo dal Sindaco Roberto Lagalla e dal presidente dell’ordine di Palermo, Nicolò La Barbera ad apertura di un incontro di formazione della Saf, la scuola di alta specializzazione dei Commercialisti dedicato alle società partecipate.
Il testo prevede la possibilità per i commercialisti iscritti all’ordine di autenticarsi con le proprie credenziali spid nel portale predisposto dal Comune e da lì richiedere i certificati necessari. Un modo per rendere più snello il lavoro dei professionisti. ma anche per non intasare gli uffici dell’amministrazione. “L’acquisizione diretta di tali dati risulta utile anche per i Commercialisti nello svolgimento di attività professionali”, spiega il presidente La Barbera, “come quella di gestore o advisor in procedure di crisi da sovraindebitamento o, ancora, ai fini della predisposizione di dichiarazioni di successione, o nell’assistenza fiscale in relazione ai tributi locali”.
“Questa convenzione dimostra come questa amministrazione stia lavorando per lo snellimento del lavoro degli uffici attraverso la digitalizzazione di numerose procedure e, soprattutto, creando sinergie utili, come quella con l’Ordine dei commercialisti, per offrire ai cittadini servizi sempre più rapidi ed efficienti”, aggiunge il sindaco Roberto Lagalla.

 

ilGaz.it

Direttore responsabile