Dissidanza, festival internazionale di danzatori dall’Europa e dal mondo. Dal 26 al 28 ottobre ai Cantieri culturali alla Zisa

Sette compagnie, ospiti di fama e cifra internazionali, per una vibrazione d’arte scenica e coreografica che vivrà per tre giorni a Palermo.

Lo Spazio Perriera dei Cantieri culturali alla Zisa offrirà la scena, da giovedì 26 a sabato 28 ottobre – inizio degli spettacoli alle 20,30 – al Festival Internazionale Dissidanza.
La rassegna multidisciplinare di danza contemporanea è organizzata dal Centro coreografico L’Espace di Palermo con il sostegno di ministero del Lavoro, assessorato regionale alla Famiglia attraverso il progetto Promuoviamo Salute, EU Erasmus Plus progetto IN.TO.DA.TE, Instituto Cervantes, Xinergie, Institut Français, Quarto Tempo Spazio Idee. Tra le compagnie ospiti, le grandi firme della Compagnia Merighi/Mercy, sostenuta dal Pina Bausch Zentrum e protagonista sulle scene del Tanztheater Wuppertal in Germania; e la nota e magistrale Compagnia Dame de Pic/Cie Karine Ponties (Bruxelles, Belgio).

Il programma. Giovedì 26 ottobre alle 20,30 il cartellone sarà aperto da Achraf Harkaoui-Shems’y-Salè, che dal Marocco porterà in scena la performance dal titolo Freak. Scuola segnata dall’eredità circense francese, sarà protagonista di una coreografia performante e al tempo stesso dalle forti tinte poetiche: un inedito genere di circo, capace di coniugare la drammaturgia teatrale della danza con la cifra acrobatica tipica delle arti circensi. A seguire, l’atteso appuntamento con la Compagnia Merighi – Mercy (Wuppertal, Germania) con WAK.NTR Rehab. Eredi legittimi del Tanztheater Wuppertal di Pina Bausch, i due direttori rappresentano l’ultima generazione di danzatori che ha lavorato con la Bausch mentre era ancora in vita. Custodi della tradizione, nel rinnovamento. Allo spettacolo seguirà l’Aftertalk con gli stessi artisti, con collegamento video con Dominique Mercy (padre di Thusnelda Mercy, una dei due protagonisti della performance), leggenda del Tanztheater.

Venerdì 27 ottobre, sempre alle 20,30, la compagnia padrona di casa Zappulla DMN di Palermo interpreterà Love (H) U man’s love: un quartetto che è al contempo work in progress e risultato del progetto europeo In.to.da.te. (Innovative tools for dance teachers), esperimento coreografico frutto della collaborazione tra il metodo Zappulla di danza movimento naturale, in scambio con la drammaturgia della coreografa polacca Agata Życzkowska. Seguirà la compagnia serba Ossa con Pogledaj, innovativa danza dei Balcani contemporanei in chiave site specific, interpretata in silenzio e all’aperto. Quindi, in scena la compagnia Dame de Pic/Cie Karine Ponties di Bruxelles. Subito il titolo dello spettacolo della storica compagnia belga, che ha calcato le più prestigiose scene mondiali, per la prima volta ospite del festival. Chiuderanno la serata gli Hoteloko Movement Makers di Varsavia, Polonia, con Solar Punk: concept e genesi drammaturgica controcorrente, che erige ecologia e tecnologia a elementi di salvezza, ottimismo e gioia, mentre ovunque si respira un clima di pessimismo planetario.

Sabato 28 ottobre, stessa ora, in scena la Compagnia Vialuni di Ajaccio, Corsica, con Bollì Bollì. ‘Gemelli’ naturali della compagnia Zappulla, direttori del Festival Dissidanza di Corsica, i due artisti sono danzatori di solida formazione ma usano magistralmente la tecnologia coniugando i sistemi musicali elettronici interattivi e traducendo letteralmente i suoni del movimento. A seguire, la seconda performance di Dame de Pic/Cie Karine Ponties (Bruxelles, Belgio), Fovea, e la Compagnia basca Natxo Montero_danza, con Barbecho Urbano: compagnia storica di Bilbao, offre una performance legata alla visione dell’installazione artistica, con una scenografia fatta di terra e attrezzi, e maschere zoomorfe.

L’ingresso al botteghino costa 8 euro, ridotto 5 euro. Prenotazioni e informazioni: +393279433563; +39 3494987100.

 

ilGaz.it

Direttore responsabile