Bagheria in piazza contro il “caro bollette”. Il Comune si farà tramite delle istanze di cittadini e imprese verso le istituzioni


Manifestazione a Bagheria, il Comune si è voluto fare portavoce dei forti disagi della cittadinanza e delle imprese per una situazione economica che sta diventando sempre più insostenibile, e la scure della chiusura delle attività alle porte.

I manifestanti hanno chiesto interventi immediati contro i rincari, le cui cause sono molteplici a partire dalla guerra in Ucraina sino alle speculazioni che ne stanno derivando.

“La situazione ci coinvolge tutti, c’è un problema di gas, metano, luce medicine, materie prime, i costi aumentano e aumentano per tutti» – così il sindaco di Bagheria, Filippo Maria Tripoli, alla manifestazione di protesta contro il “caro bollette”, l’iniziativa organizzata dalle attività commerciali cittadine ma che ha visto la partecipazione di tanti cittadini e numerose delegazioni di commercianti provenienti dai Comuni limitrofi, incluso il capoluogo.
Presenti anche il sindaco di Altavilla Milicia Pino Virga e il sindaco di Castelbuono Mario Cicero.
Il corteo ha raggiunto Villa Butera e i manifestanti hanno simbolicamente consegnato le bollette raddoppiate e triplicate al sindaco. «Noi rappresenteremo presso le Istituzioni, con forza e determinazione, le vostre istanze ed il vostro disagio – ha dichiarato il primo cittadino – coinvolgendo tutti i parlamentari regionali e nazionali, affinché questo allarme non rimanga inascoltato».

La manifestazione si è chiusa con una riunione cui ha partecipato una delegazione delle realtà economiche e dei commercianti partecipanti all’iniziativa, al fine di redigere un documento da presentare agli Organi ed Istituzioni competenti.
«Questa manifestazione non è solo una manifestazione di Bagheria – conclude il sindaco – ma di tutta l’Italia».

“I comuni rischiano il disavanzo economico a causa del caro energia. Basti pensare che a Bagheria il costo dell’energia è passato da 1.3 milioni del 2020 a più di 2 milioni nel 2021, mentre per il 2022 si prevede un ulteriore aumento del 40%”. Lo denuncia il vicesindaco di Bagheria e componente della segreteria regionale del Pd Daniele Vella. “Serve un intervento immediato – spiega – da parte del governo nazionale per aiutare le imprese e garantire la tenuta economico-finanziaria degli Enti locali. Allo stesso tempo chiediamo ai governi nazionali e regionali un investimento massiccio nel settore delle rinnovabili, sia per ridurre la dipendenza del nostro Paese dal gas, sia per abbattere l’inquinamento ambientale”.

«C’è un totale squilibrio tra stipendi e le entrate e il costo della vita, sta aumentando tutto dagli affitti, al costo della spesa, a quello dei trasporti. I rincari ci stanno mettendo in ginocchio. Vogliamo costruire un fronte perché il governo entrante dia soluzioni strutturali sul tema del caro energia», gridano in piazza i manifestanti.

I rincari, specialmente quelli energetici sono e saranno altissimi. Per questo motivo l’amministrazione comunale di Bagheria ha partecipato, compatta, alla manifestazione. Presenti gli assessori e diversi consiglieri comunali ed in maniera bipartisan, rappresentanti politici locali.

Nel documento che verrà fuori dal tavolo riunitosi oggi, aperto a tutta la cittadinanza e a chiunque voglia contribuire, diverse le proposte a partire da una moratoria, la sospensione della scadenza delle obbligazioni di pagamento per chi non riesce a pagare tutto, disposta con un provvedimento legislativo.
Qualunque proposta tesa ad abbattere le bollette sarà raccolta dal Comune, che, tra l’altro versa nelle stesse condizioni di famiglie e imprese con una bolletta elettrica aumentata di più del doppio.
Le associazioni dei commercianti sono scese in piazza a fianco dei loro affiliati, come la Confcommercio, la CNA di Bagheria, i commercianti di Altavilla Milicia. Delegazioni sono giunte delle Piccole Botteghe di Palermo, dai commercianti di Ustica, dai Nebrodi, da Castelbuono con in testa il sindaco, e Confartigianato locale. Tra di loro, anche i titolari di attività storiche di Bagheria e dintorni, come la gelateria Anni 20, il Bar Ester, il bar Valentina, i fratelli Sardina di Aspra, il Bar del Lungomare di Lorenzini, e tanti altri.

 

ilGaz.it

Direttore responsabile