Alberto Samonà: “Beni culturali protagonisti nel programma di Centrodestra: una scommessa per un’Italia che punta sulla bellezza”

«I beni culturali sono protagonisti nel programma di governo sottoscritto dalle forze del Centrodestra: un impegno importantissimo che, dopo e prossime Elezioni Politiche del 25 settembre, si tradurrà in concrete azioni per rafforzare il binomio Italia-Cultura».

Lo sottolinea Alberto Samonà, assessore regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, che evidenzia come nell’accordo di governo “valorizzare la Bellezza dell’Italia nella sua immagine riconosciuta nel mondo” sarà uno degli obiettivi del prossimo esecutivo di centrodestra.
Ma non è tutto, perché fra i punti principali del programma c’è “la tutela e la promozione del patrimonio culturale, artistico, archeologico, materiale e immateriale”, e la “valorizzazione delle professionalità culturali che costituiscono il volano economico e identitario italiano”. Non semplici richiami, ma la conferma di una linea politica chiara e inequivocabile per valorizzare i beni culturali, l’identità e i territori».
Samonà spiega come «fra i punti del programma vi sia anche il “supporto alla digitalizzazione dell’intera filiera del settore turistico e della cultura” e il “contrasto all’esercizio abusivo delle professioni e delle attività del turismo e della cultura”: riferimenti imprescindibili, per una politica culturale di ampio respiro che vedrà l’Italia protagonista nei prossimi anni. Decisivo anche il riferimento alla tutela e alla promozione del “Made in Italy”, delle tipicità e delle eccellenze italiane».

 

Giuseppe Pagano

Direttore responsabile