Sicilia, obbligo acqua per pulire pipì dei cani in ddl sul randagismo in discussione all’Ars.

L’Assemblea regionale siciliana ha iniziato l’esame del disegno di legge che ha per titolo “norme per la tutela degli animali e la prevenzione del randagismo”.

Uno degli articoli già approvato dall’aula prevede l’obbligo per i proprietari di cani di portare, durante la passeggiata, oltre ai sacchetti per raccogliere gli escrementi anche una bottiglietta con acqua da versare nel punto in cui il cane ha fatto pipì.

Anci Sicilia:“Il testo del ddl sul randagismo preveda un effettivo sostegno finanziario ai comuni e garantisca un più efficace coordinamento con le Asp”

“Il Testo di legge in materia di randagismo, in discussione in Aula, interviene su una problematica che incide pesantemente sull’organizzazione dei servizi comunali e grava sulle già precarie condizioni finanziaria degli enti”. Hanno dichiarato Leoluca Orlando e Mario Emanuele Alvano, presidente e segretario generale dell’ANCI Sicilia.
“Come ANCI Sicilia – continuano Orlando e Alvano – riteniamo di fondamentale importanza che il testo, in discussione in queste ore, affronti queste criticità prevedendo anche un miglior coordinamento delle competenze che consenta un più diretto coinvolgimento delle ASP a sostegno dei comuni. Gli enti locali infatti non hanno né risorse finanziarie né competenze professionali per contrastare in maniera adeguata il fenomeno del randagismo e in molti casi per adempiere alle nuove previsioni normative. Sarebbe un’occasione sprecata quella di un disegno di legge che, pur prevedendo alcune significative innovazioni, non affronti tali nodi cruciali. Ci auguriamo pertanto che l’Aula possa migliorare in tal senso il testo attualmente in discussione”.

 

Paola Castagna

Direttore responsabile