Allarme blocco assegnazioni carburante agricolo. Scardino, CIA Sicilia a Cartabellotta: “Il software della Regione non funziona. Evitare ulteriori ritardi”

CIA Sicilia chiede alla Regione di prorogare l’avviso pubblico per l’assegnazione provvisoria 2022 del carburante agricolo almeno fino al 30 giugno 2022 e di risolvere i problemi della piattaforma telematica.

Il presidente Scardino scrive al direttore dell’assessorato all’Agricoltura, Cartabellotta: “Evitare ritardi in vista della campagna di raccolta delle colture a seminativo e della frutta primaverile-estiva”.

Graziano Scardino, Cia Sicilia
Graziano Scardino, presidente Cia Sicilia

“La modalità informatica per l’assegnazione del carburante agricolo a prezzo agevolato, tramite la piattaforma messa a disposizione dalla Regione, stenta a decollare creando danni notevoli a tutte le aziende agricole, ai contoterzisti, ai Consorzi, ovvero a tutti coloro che prelevano carburante a prezzo agevolato per uso agricolo”. Lo dichiara  il presidente regionale di Cia Sicilia Graziano Scardino.
“Ad oggi – afferma Scardino – non vi è la possibilità di assegnare carburante poiché il software non dialoga con il fascicolo aziendale costituito dai produttori”. Questa situazione esplosiva è stata evidenziata in una lettera inviata al dirigente generale dell’assessorato regionale dell’Agricoltura Dario Cartabellotta dove viene sottolineato che dai vari uffici dell’assessorato sparsi sul territorio regionale non si ottiene alcuna risposta.
“Bisogna evitare ulteriori ritardi – aggiunge Scardino – e continuare con l’assegnazione provvisoria 2022 a suo tempo già disposta con l’avviso pubblico del 20 gennaio 2022. Inoltre, chiediamo  di prorogare l’avviso pubblico almeno fino al 30 giugno 2022 – conclude Scardino – considerato che sta iniziando la campagna di raccolta delle colture a seminativo e della frutta primaverile – estiva e molte aziende non hanno avuto alcuna assegnazione a causa della chiusura anticipata del citato avviso pubblico”.