Autorità Portuale Sicilia orientale. Gianfranco Miccichè: “Presidente Musumeci neghi l’intesa alla nomina decisa dal Ministro”

Contestata la scelta sul nome di Francesco Di Sarcina, sostenuta dal sottosegretario Giancarlo Cancelleri, a capo dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Orientale. Quello di Augusta è il principale scalo petrolchimico del Mezzogiorno ed uno dei più importanti d’Italia.

“È fondamentale per la tutela dell’economia della Sicilia sud orientale che la scelta del Presidente dell’Autorità di Sistema di Augusta e Catania sia autorevole, condivisa ed espressione del territorio – scrive in una nota il Coordinatore regionale di Forza Italia, Gianfranco Miccichè -.
Le indiscrezioni relative agli orientamenti del Ministro su questa nomina ci lasciano basiti. La Sicilia non può essere terra di compensazione per le nomine del nord. Promoveatur ut amoveatur non è accettabile a danno della Sicilia. Il Presidente Musumeci non conceda un’intesa per una nomina così strategica per lo sviluppo di una parte importante del nostro Paese. Forza Italia non è mai stata consultata su questo tema e non esiste quindi alcuna ipotesi concordata con la maggioranza di governo”.
”Il futuro dell’Autorità di sistema portuale della SiciliaOrientale deve essere svincolato dalle logiche autoreferenziali che, finora, hanno dominato il dibattito sulla nuova governance”, afferma Marco Falcone, deputato Ars, commissario di Forza Italia per la provincia di #Catania, e assessore alle Infrastrutture della Regione Siciliana.
”Sul nome del nuovo presidente – continua Falcone – siamo ad uno stallo ormai intollerabile che, purtroppo, rischia di avere ricadute negative sull’ente. Non entriamo nel merito dei nomi, ma chiediamo che il ministro Giovannini non si presti a strumentalizzazioni e giochi di potere che non fanno gli interessi della Sicilia.
Ad andarci di mezzo sarebbe infatti la governance di uno degli enti più strategici per l’Isola, quell’Autorità portuale di Augusta e Catania che, da strumento di sviluppo, verrebbe sminuita a merce di scambio per bizantinismi politici’’.

 

Dario Di Gesù

Direttore responsabile