Pellegrino (Ars): “Regioni del Sud contro divieto di cumulo di aiuti nazionali e PNRR”

Iniziativa del coordinamento tra Regioni Meridionali per programmare progetti e iniziative di massimo utilizzo fondi PNRR e nazionali.

Mezzogiorno, Pellegrino (FI): “Il Coordinamento degli Affari Istituzionali delle Regioni del Sud proporrà un emendamento alla Finanziaria per scongiurare il divieto di cumulo delle agevolazioni del PNRR con le altre nazionali”.

“Probabilmente le misure comprese nel piano Transizione 4.0 italiano rientreranno nel PNRR . Orbene, la legge di bilancio 2021 ha previsto che il credito d’imposta è cumulabile con altre agevolazioni che abbiano a oggetto i medesimi costi. Cosicché per il 2022, tale cumulabilità sarà probabilmente preclusa, considerato che le misure ricomprese nel piano Transizione 4.0 italiano rientreranno nel PNRR, che non prevede tale ipotesi. Il Coordinamento degli Affari Istituzionali delle Regioni del Sud, costituitosi da qualche mese per coordinare la progettazione e le proposte di utilizzo dei fondi del PNRR destinati al Mezzogiorno e del quale ho assunto la vicepresidenza, presenterà in merito un emendamento che consenta di continuare a cumulare le agevolazioni rientranti nel PNRR con le altre agevolazioni nazionali. È evidente che anche la crisi provocata dalla pandemia ci induce a reagire rafforzando la solidarietà reciproca e proteggere le nostre Regioni meridionali dalla marginalità economica”. Lo afferma il deputato regionale di Forza Italia, on. Stefano Pellegrino, presidente della Commissione Affari Istituzionali all’Ars.

 

ilGaz.it

Direttore responsabile