Bagheria attiva piattaforma online whistleblowing per la segnalazione degli illeciti

Il Comune di Bagheria ha la sua piattaforma per la segnalazione di illeciti nella pubblica amministrazione.

Si tratta di una piattaforma informatica attivata nell’ambito del progetto WhistleblowingPA promosso da Transparency International Italia e Whistleblowing Solutions, che permette di inviare segnalazioni di illeciti di cui si è venuti a conoscenza in maniera sicura e confidenziale ed è raggiungibile dall’indirizzo web: https://bagheria.whistleblowing.it/  riservato ai dipendenti, collaboratori, consulenti e fornitori del Comune di Bagheria.

La piattaforma digitale consente a chiunque, dipendenti e collaboratori, fornitori e qualsiasi altro soggetto che abbia avuto o intenda avere rapporti d’affari con il comune di Bagheria, di segnalare, attraverso un percorso guidato on-line, ipotesi di condotte illecite o irregolarità, violazioni di norme, violazioni del Modello 231, violazioni del Codice Etico, violazioni della Policy Anticorruzione e comunque violazioni di procedure e disposizioni in genere.
La piattaforma garantisce la riservatezza dell’identità del segnalante – whistleblower – che può effettuare le segnalazioni.
Queste verranno recepite, per conto dell’Ente, dal responsabile della prevenzione corruzione e della trasparenza che per il Comune di Bagheria è il segretario comunale, la dottoressa Daniela Maria Amato,  che è l’unico soggetto autorizzato ad entrare nel portale e che ne recepirà  contenuto e relativa documentazione.

Entrando nella piattaforma, è disponibile un questionario studiato dall’associazione Transparency International  Italia per il contrasto alla corruzione.
La procedura prevede che al termine della segnalazione venga rilasciato un codice, con il quale il segnalante potrà rientrare e rivedere la propria segnalazione trasmessa, nonché dialogare con il responsabile della prevenzione corruzione e della trasparenza ed allegare ulteriore documentazione sempre in assoluto anonimato per la piattaforma. Tutti i file spediti dal segnalante saranno crittografati e quindi, secondo le previsioni di legge, accessibili in chiaro solo dal ricevente Responsabile della prevenzione della corruzione e Trasparenza (RPCT).

Le Linee Guida di ANAC “in materia di tutela degli autori di segnalazioni di reati o irregolarità di cui siano venuti a conoscenza in ragione di un rapporto di lavoro, ai sensi dell’art. 54-bis, del d.lgs. 165/2001 (c.d. whistleblowing)” adottate con delibera ANAC n. 469 del 9 giugno 2021 hanno introdotto le novità che rafforzano le tutele introdotte dalla legge n. 179/2017 a favore di coloro che segnalano illeciti, obbligando le pubbliche amministrazioni ad utilizzare modalità informatiche e strumenti di crittografia per garantire la riservatezza dell’identità del segnalante, del contenuto delle segnalazioni e della documentazione allegata come prova dei fatti denunciati.

La piattaforma web  può essere utilizzata da qualsiasi località, dispositivo – PC, tablet, smartphone.
Per maggiori informazioni sul progetto WhistleblowingPA, visita il sito whistleblowing.it.

ilGaz.it

Direttore responsabile