Tagli fondi Agricoltura. Lombardo (Facciamo Eco): Sicilia rischia 123 milioni di PSR. Appello a Patuanelli

Il taglio di risorse PSR fa seguito alla richiesta delle Regioni del Centro-Nord, a quanto pare accolta dal governo Draghi in fase di negoziazione Stato-Regioni.

“Le regioni del Sud del nostro Paese tra cui la Sicilia potrebbero perdere centinaia di milioni di euro di sostegno all’agricoltura a causa di un taglio proposto dal governo Draghi. Nello specifico la Sicilia potrebbe perdere oltre 123 milioni di euro di PSR, il programma di sviluppo rurale che diventa a questo punto fondamentale per la ripartenza dopo la crisi covid. Ho incalzato il ministro Patuanelli a fare marcia indietro”.
A dichiararlo è il deputato nazionale di Facciamo Eco Antonio Lombardo che, con un’interrogazione e un question time chiede al governo di non tagliare questi fondi.
“Sul tavolo del governo – spiega il deputato alcamese eletto nel collegio Sicilia 1 – c’è la richiesta delle Regioni del centro-nord di adottare nuove regole per la distribuzione delle risorse destinate all’agricoltura. Una richiesta a quanto pare accolta dal governo Draghi in fase di negoziazione Stato-Regioni. Ho sottolineato al ministro Patuanelli però come questa rimodulazione costituirebbe una palese violazione che sfocerebbe certamente in infrazione europea dato che né Ministero né Regioni hanno la competenza per modificare il regolamento vigente che riguarda peraltro il cosiddetto periodo transitorio della programmazione 2021 – 2023. La risposta che ha dato il governo al nostro question time è parziale. La proposta delle regioni del Nord e del ministro Patuanelli rappresenta una chiara e palese violazione del regolamento comunitario 2220/2020, che si trasformerebbe in infrazione comunitaria. Può un ministro violare palesemente un regolamento comunitario? Per questa ragione ho intenzione di esercitare tutte le funzioni istituzionali per scongiurare questo scippo per la Sicilia”.

ilGaz.it

Direttore responsabile