Covid, on. Pullara (Ars) chiede maggior risalto per i centri raccolta plasma iperimmune in Sicilia: “Evitare sperpero di denaro ed energie”

Ogni donazione di plasma autoimmune può salvare tre pazienti Covid. L’on. Carmelo Pullara, vicepresidente Commissione Salute Ars, interviene sulla scarsa opera di sensibilizzazione verso tutti i potenziali donatori.

“Apprendo da un comunicato della Regione che sarebbero stati attivati 8 centri per la raccolta del plasma iperimmune dai pazienti guariti dal Covid-19”, afferma il deputato regionale Pullara.
“Considerato che ogni donazione di plasma può salvare almeno tre persone, credo che la Regione dovrebbe dare maggior risalto a questa possibilità, aumentando ulteriormente i centri di raccolta e, soprattutto informando e sensibilizzando tutti i potenziali donatori che sono centinaia di persone. Altrimenti annunciare l’esistenza dei centri ma poi non sfruttarne le potenzialità sarebbe uno sperpero di denaro ed energie. L’ennesimo sperpero di denaro ed energie.

In Sicilia sono già otto i centri di raccolta del plasma per la cura del Coronavirus autorizzati dal Dipartimento attività sanitarie e osservatorio epidemiologico dell’ assessorato regionale della Salute.
Si tratta dei servizi trasfusionali presso i policlinici di Palermo e Catania, le Asp di Trapani, Caltanissetta e Ragusa e negli ospedali Papardo di Messina e Garibaldi di Catania, tutti autorizzati alla fine della scorsa primavera.
Possono donare quei cittadini guariti recentemente dal Covid 19 essendo ancora dotati di plasma iperimmune.
Nell’Isola la cura con il plasma è stata somministrata di recente su alcuni pazienti della provincia etnea affetti da Covid-19.


Widget not in any sidebars

ilGaz.it

Direttore responsabile