Dissesto idrogeologico a Palermo, aggiudicato progetto per Monte Pellegrino

Si stringono i tempi anche per la messa in sicurezza del versante di Monte Pellegrino le cui pareti rocciose sovrastano il tratto centrale della via Monte Ercta, la cosiddetta “panoramica” del promontorio palermitano che si affaccia sul golfo di Mondello.

Si tratta di un’altra zona particolarmente fragile, caratterizzata da una frequente caduta di massi. Qualche anno fa furono effettuati alcuni lavori di consolidamento ritenuti però insufficienti per potere riaprire la strada interdetta al traffico per ragioni di sicurezza.

Adesso a pianificare l’intervento risolutivo sarà il team di professionisti lombardi dello Studio associato Protea che lavorerà insieme ai colleghi della Sud Progetti. Il raggruppamento si è infatti aggiudicato la gara indetta dalla Struttura commissariale contro il dissesto idrogeologico nella Regione Siciliana diretta da Maurizio Croce per un importo di 95 mila euro, frutto di un ribasso del quarantacinque per cento. L’obiettivo è quello di consentire la riapertura della via Monte Ercta eliminando definitivamente ogni potenziale pericolo attraverso la realizzazione di barriere paramassi e il posizionamento di reti metalliche.


Widget not in any sidebars

ilGaz.it

Direttore responsabile