Teatro Biondo: il 21 ottobre la nuova stagione, “Quasi eroi”, tra novità e progetti speciali

“Quasi eroi”, il titolo della nuova stagione teatrale del Biondo di Palermo, diretto da Pamela Villoresi, allude a come si sono rivelati gli italiani durante questa pandemia, non ancora superata.

Causa l’emergenza sanitaria da coronavirus, sono previsti solo 200 posti a recita. Solo se la Regione lo consentirà, si potrebbero portare a 400.

Il titolo della stagione 2020-2021 del Teatro Biondo richiama anche lo spettacolo centrale della stagione: “Piazza degli eroi”, una prima nazionale del testo capolavoro di Thomas Bernhard, regia di Roberto Andò. Inaugura le scene, il 21 ottobre, Pamela Villoresi nei panni di Frida Kahlo: “Viva la vida”. Tra le produzioni di punta “Il misantropo” di Molière diretto da Fabrizio Falco, l’omaggio a Federico Fellini con la compagnia NoGravity di Emiliano Pellisari, il ritorno di Emma Dante con il suo ultimo spettacolo: “Misericordia”, e un testo di Erri De Luca, dedicato alla Madonna, interpretato da Galatea Ranzi.
Diverse interessanti novità, iniziative e progetti speciali, accompagneranno questa nuova stagione “post lockdown”. Prende il via il “Progetto 100 Sicilie”, dedicato agli autori siciliani, che nel giro di tre anni si occuperà di autori come Bufalino, Sciascia, Camilleri, Michele Perriera (a 10 anni dalla sua morte), Salvo Licata e Franco Scaldati, con una nuova edizione de “Il cavaliere Sole”.
Tra i progetti speciali “Palermo W Palermo” a novembre, i primi due laboratori finalizzati alla ripresa dello storico spettacolo di Pina Bausch, in collaborazione con il Tanztheater Wuppertal e ancora “The House of us”, progetto che Irina Brook, figlia del geniale Peter, dedica al fenomeno preoccupante dell’Hikikomori, studiato in Giappone, di quei ragazzi che hanno scelto di ritirarsi dalla vita sociale, scegliendo una clausura fisica e vivendo solo attraverso i social.

L’Amministrazione comunale, con un atto d’indirizzo approvato dalla Giunta, ha inoltre aderito all’iniziativa proposta dal Teatro Biondo per la condivisione e co-organizzazione della rassegna “PAROLA a PALERMO”.
Un’azione sinergica tra Istituzioni – si legge nell’atto – volta a favorire, nell’attuale periodo di emergenza Covid19, lo spettacolo dal vivo, costretto a forti limitazioni dovute alle misure imposte dalla normativa vigente. La rassegna punta a fungere da attrattore turistico e richiamo per i visitatori della Città.
Con procedure pubbliche saranno individuate le iniziative di spettacolo che formeranno la rassegna a seguito di valutazione del Teatro Biondo, quale soggetto istituzionale esperto per il teatro di prosa, che metterà a disposizione oltre che la propria competenza, la dotazione tecnica necessaria e il relativo personale per la migliore realizzazione della rassegna.
La spesa complessiva dell’iniziativa culturale è di euro novantamila, a carico del bilancio del Comune di Palermo.
“Un sistema di micro contribuzione per il sistema teatrale cittadino – dichiara il sindaco, Leoluca Orlando – volto a dare respiro ad un settore che più di altri ha sofferto e sta soffrendo per le chiusure imposte dalla pandemia.
È importante che questo avvenga con la collaborazione del Teatro Biondo, dando un chiaro segnale della volontà di fare sistema nel tessuto culturale, inserendo le produzioni cittadine in un contesto di livello nazionale ed internazionale”.
Per l’assessore alle Culture, Mario Zito, è “una conferma del fatto che Palermo investe sulla cultura e sull’arte, che sono state in questi anni motori della crescita economica e turistica e possono certamente tornare ad esserlo. Questo provvedimento è anche un primo passo del programma che nelle prossime settimane svilupperemo anche con i fondi dell’imposta di soggiorno, a conferma del grande ruolo che le attività culturali hanno svolto in funzione della attrattività turistica”.


(Nella foto, da sinistra: Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo; Giovanni Puglisi, Presidente del Teatro Biondo di Palermo; Pamela Villoresi, Direttrice del Teatro Biondo di Palermo; Manlio Messina, Assessore al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione Siciliana)


Widget not in any sidebars

Filippo Barbaro

Direttore responsabile