Incendio doloso Bosco di Moarda, il fuoco si dirige da Altofonte a Piana degli Albanesi

Stamattina Palermo si è svegliata sotto una pioggia di fuliggine proveniente dalla enorme coltre di fumo originata da un incendio di vaste dimensioni che ha bruciato gran parte del Bosco di Moarda.

Incendio doloso altofonteIl grave incendio di origine dolosa divampato ieri sera, che ha distrutto oltre 1000 ettari di bosco e campagne intorno ad Altofonte, assediando l’abitato e costringendo i cittadini a sfollare, si è diretto oggi verso Piana degli Albanesi.
“Ho convocato domani pomeriggio il governo della Regione per una riunione urgente”, ha dichiarato il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. “I criminali che hanno appiccato il fuoco ad Altofonte, in sei punti diversi e a favore del vento, hanno compiuto un atto violento che sta pagando una intera popolazione. Per tutta la notte oltre 150 uomini dei vigili del fuoco, della protezione civile e del corpo forestale hanno lavorato e continuano a lavorare senza tregua. Tutta la mia gratitudine”.

L’incendio è iniziato ieri alle 21 circa. Intorno a mezzanotte il sindaco di Altofonte, Angela De Luca, ha invitato i cittadini ad abbandonare le abitazioni, dove è stato possibile loro ritornare oggi, solo quando la zona del fuoco è stata delimitata. I vigili del fuoco di Palermo, a cui si sono aggiunte 2 squadre provenienti dai Comandi di Enna e Caltanissetta, hanno utilizzato 12 mezzi pesanti e 8 moduli speciali Aib (Antincendio boschivo). A supporto dei mezzi presenti in Sicilia, sono stati mandati anche tre Canadair delle Protezione Civile nazionale. Il problema è che il bosco continua a bruciare. Il vento caldo e le alte temperature hanno facilitato l’avanzamento delle fiamme. La forestale, i canadair e gli elicotteri antincendio non sono riusciti a fermare il fuoco che, purtroppo, oggi ha raggiunto il bosco Argomesi, a nord est di Piana degli Albanesi, rischiando così di continuare verso la riserva naturale orientata Serre della Pizzuta.

Canadair


Widget not in any sidebars

Dario Di Gesù

Direttore responsabile