Crolla un altro pezzo del costone del Caos sulla spiaggia di Maddalusa ad Agrigento

Panico tra i numerosi bagnanti che hanno assistito al crollo di una parte della falesia. Spavento a parte, non si registrano feriti.

Questa mattina è venuto giù un altro pezzo della collina del Caos, vicino la spiaggia di Maddalusa, affollata di bagnanti.

La zona è da tempo oggetto di attenzione da parte dalla Regione Sicilia, che nel marzo 2019 ha stanziato ben 6 milioni di euro per cercare di mettere in sicurezza anche la SS 640 che vi corre proprio sopra, e che rappresenta l’unica strada che permette il deflusso viario dal porto di Porto Empedocle verso il resto d’Italia.

La collina, secondo quanto affermato dall’ANAS, arretra con una velocità di 2 metri l’anno, per colpa della azione combinata dell’erosione marina in basso e il dissesto idro-geologico a monte.

L’area entro cui è avvenuto il crollo è interdetta da tempo, anche se spesso i bagnanti ignorano il divieto. Le immagini sono di Mareamico-Agrigento.

NUOVO CROLLO DELLA COLLINA DEL CAOS

Questa mattina è venuto giù un altro pezzo della collina del Caos, nei pressi della spiaggia di Maddalusa, piena di bagnanti.La zona è già stata attenzionata dalla Regione Sicilia, che nel marzo 2019 aveva stanziato ben 6 milioni di euro, per cercare di salvare anche la SS 640 che vi corre proprio sopra e che rappresenta l'unica strada che permette il deflusso viario dal porto di Porto Empedocle verso il resto d'Italia. La collina, secondo quanto affermato dall'ANAS, arretra con una velocità di 2 metri l'anno, per colpa della azione combinata dell'erosione marina in basso e il dissesto idro-geologico a monte.

Posted by Mareamico Delegazione Di Agrigento on Sunday, August 9, 2020


Widget not in any sidebars