Caso camici Fontana, il Cdr del Tg1 a Salvini: «Seguire una vicenda di rilevanza pubblica è un dovere»

Il segretario della Lega attacca i giornalisti accusandoli di agire in modo deliberatamente falso nella rappresentazione dei fatti.

Salvini in conferenza stampa, a proposito del caso Fontana, ha citato un aforisma: “Mark Twain diceva che il giornalista è colui che sa distinguere il vero dal falso e poi pubblica il falso”.

«Il segretario della Lega, Matteo Salvini, attacca di nuovo Tg1 accusandolo di agire in modo deliberatamente falso nella rappresentazione giornalistica dei fatti legati ai camici della Regione Lombardia e al suo presidente Attilio Fontana. Il fatto che Salvini usi un espediente letterario (la citazione di un aforisma di Mark Twain sul vero e il falso nell’informazione) non rende la cosa meno grave».
Lo afferma in una nota il Comitato di redazione del Tg1, che «ritiene fortemente denigratorio il comportamento del senatore Salvini nei confronti di una testata storica che è e resterà presidio fondamentale di democrazia e libertà».
«Seguire con serietà e scrupolo giornalistico un caso di rilevanza pubblica – conclude il Cdr del Tg1 – non è solo un diritto, ma un dovere del servizio pubblico».


Widget not in any sidebars