Catania. Presentata la mappa dei beni confiscati alla mafia

Ieri a Catania, presso ” Il Giardino Scidà”, bene confiscato alla mafia, I Siciliani giovani e Arci Sicilia hanno presentato il progetto “Andrà Bene”, la mappatura dei beni confiscati alla mafia nel territorio del catanese.


“Si tratta di  un lavoro collettivo – dicono i promotori –  un percorso fatto di tante e tanti, per riprenderci ciò che è nostro, ripartire dai beni confiscati. Con la mappa sarà possibile conoscere con esattezza dove si trovano i beni confiscati, a chi sono destinati.
E sarà possibile individuare le centinaia di beni abbandonati, come, per esempio, quei posti assegnati ai carabinieri ma che in realtà i carabinieri non ci sono mai arrivati, di quei bellissimi appartamenti vuoti da anni, di quei posti che potrebbero dare lavoro ma che sono lasciati a degradarsi”.
Presenti rappresentanti di tante associazioni e altri erano collegati via web. Presente anche il sindacato inquilini ASIA USB: “ASIA USB Catania e la Federazione del Sociale USB Catania hanno aderito alla campagna “Andrà Bene” lanciata dall’ Arci Sicilia e da I Siciliani giovani.  Come sindacato  chiediamo l’utilizzo degli edifici confiscati alla mafia a favore dei senza tetto e solleviamo la questione delle aziende confiscate alla mafia, che vengono gestite come proprietà private: da Cosa Nostra a Cosa Loro”.


Widget not in any sidebars