Contrasto al covid: arriva la televisita all’ospedale “Cervello” di Palermo

Iniziativa promossa dall’associazione Piera Cutino. Roy Paci, nuovo testimonial, lancia l’appello sul 5×1000

Il distanziamento sociale è la raccomandazione più ricorrente in questa fase 2. Insieme all’uso della mascherina e al lavaggio delle mani, la distanza di sicurezza è un elemento fondamentale per contrastare la nuova diffusione del Coronavirus.
Per questo l’Associazione Piera Cutino ha pensato di realizzare un sistema capace di far interagire “a distanza” medici e pazienti, senza ridurre la capacità diagnostica. Questo è particolarmente importante per le persone con patologie pregresse che evitano così di recarsi in ospedale per visite di routine, ma anche per chi richiede un controllo che non necessita della presenza fisica. L’Associazione è riuscita ad attivare il progetto in tre reparti del “Cervello” – Campus di Ematologia “Cutino”, Malattie infettive e Centro Parkinson – grazie alla donazione di UniCredit e al supporto di Olomedia, azienda informatica.

Abbiamo già utilizzato il sistema televisita – dichiara Aurelio Maggio, direttore del Campus di Ematologia “Cutino” – proprio con una paziente talassemica che ha contratto il Covid-19 e che per fortuna adesso sta bene. Un ottimo sistema per continuare a seguire efficacemente la nostra paziente, garantendo la sua sicurezza e quella degli altri utenti. Stiamo utilizzando questo sistema, per il quale ringrazio l’Associazione Piera Cutino, anche per consulenze genetiche o controlli di pazienti cronici in remoto, nel rispetto nelle regole, in modo da prevenire le eventuali complicanze da cui sono affetti alcuni pazienti a causa delle loro patologie di base”.

In un momento così difficile – commenta Salvatore Malandrino, Regional Manager Sicilia di UniCredit – la nostra banca sente la responsabilità e la necessità di fare la propria parte e ci stiamo attivando con tutti gli strumenti a nostra disposizione per essere di supporto alle comunità, ai territori e alle economie in cui siamo presenti. Questo contributo all’Associazione Piera Cutino è stato possibile anche grazie a UniCredit Card Flexia Classic Etica, la carta di credito che, senza nessun onere aggiuntivo per il cliente, permette ad ogni utilizzo di contribuire a iniziative solidali. Grazie al suo particolare meccanismo, con il contributo della Banca pari al 2 per mille di ogni spesa effettuata, si alimenta il Fondo Carta Etica. In Sicilia, attraverso questo prodotto bancario, la banca ha già assegnato circa 1 milione 700 mila euro a 159 onlus che operano nell’isola”. 

Da tempo la Olomedia Srl – dichiara Tiziano Lo Giudice, General Manager – collabora con l’Associazione Piera Cutino, apprezzandone l’importante attività che svolge. Quando ci hanno proposto di sviluppare un progetto di televisita, finalizzato a contrastare il Covid-19, abbiamo deciso di partecipare, non solo come fornitori, ma come partner sostenitori. Così abbiamo messo a disposizione la nostra piattaforma, a un costo molto ridotto, permettendo la possibilità di eseguire attività di televisita. Un supporto che pensiamo possa essere utile in un periodo così complesso per tutti a causa di questa terribile pandemia!

Ma sono tanti i progetti di vita che l’Associazione Cutino porta avanti. Per continuare a supportarli, l’Associazione lancia il proprio appello a donare, con la dichiarazione dei redditi, il 5×1000 a sostegno dei pazienti seguiti al Campus di Ematologia “Cutino”. Per farlo è sufficiente inserire il codice fiscale dell’Associazione Piera Cutino – 971 444 50828 – nel riquadro del volontariato nel proprio modello (730, Unico ecc.). Dopo Fiorello, Pif, Teresa Mannino e tanti altri, quest’anno il Testimonial del 5×1000 è il cantautore siciliano Roy Paci.

Avevo sentito parlare dell’Associazione Piera Cutino da tanti amici – afferma Roy Paci – ma solo quando ho messo piede al Campus di Ematologia Cutino mi sono reso conto realmente di quale valore abbia quel posto, e non solo per la Sicilia. Mi è sembrato quindi naturale stare con loro, essere presente, fare da Testimonial. Ma ognuno di noi può fare qualcosa di importante: destinare il proprio 5×1000 alla cura dei pazienti seguiti al Campus “Cutino”.

Siamo felici di essere utili anche nel contrasto al Coronavirus – afferma Alessandro Garilli, Presidente della Onlus – supportando il Presidio “Cervello”. Per questo desidero ringraziare UniCredit e Olomedia per il fondamentale supporto che hanno fornito al progetto Televisita. Il professore Maggio, che ringrazio, lo ha già utilizzato apprezzandone l’efficacia. Ma il nostro impegno è per tutti i pazienti seguiti al Campus di Ematologia “Cutino”, per questo chiediamo – tramite Roy Paci, nostro nuovo amico e Testimonial a cui esprimo tutto il mio apprezzamento per quello che sta facendo per noi – di donare il 5×1000 che per il 2020 servirà a sostenere un progetto che mette insieme il contrasto al Covid-19 e l’assistenza ai pazienti talassemici. Si tratta di attivare delle diagnosi precoci con uno screening qualitativo, tramite test sierologico, per i pazienti talassemici per capire chi realmente è entrato in contatto con il Coronavirus e pianificare le eventuali fasi successive. Così “sorveglieremo” i pazienti per eventualmente intervenire in maniera rapida ed efficace. Per questo il 5×1000 del 2020 sarà ancora più importante. Ricordo che il nostro codice fiscale è 971 444 50828”.

Con la fine del lockdown, inoltre, il Campus di Ematologia “Cutino” comunica che per le visite ambulatoriali, al fine di evitare assembramenti in sala di attesa, sarà necessario prenotarle. Per farlo è sufficiente scaricare la App InFormaTal (disponibile sugli store Google e Apple) o inviare una email a prenotazione@pieracutino.it

Per maggiori info sulle iniziativa
www.pieracutino.it 349-4514293 (anche messaggio whatsapp)


Widget not in any sidebars