A Palermo istituita la Consulta delle biciclette. “Andrà tutto bene, bisogna pedalare”

Il Comune di Palermo si dota anche della “Consulta delle biciclette”. L’approvazione del testo è stata ratificata dal Consiglio comunale.

Lo scopo è quello di perseguire una politica attiva per la mobilità in bici in alternativa ai tradizionali mezzi di trasporto e quindi per ampliare la mobilità sostenibile in città.
L’iter è giunto in consiglio su proposta anche delle associazioni Palermo Ciclabile e Mobilita Palermo che hanno raccolto le firme a sostegno dell’iniziativa. La Consulta delle biciclette, di fatto, un organismo consultivo, con funzioni di sostegno nella definizione degli indirizzi per promuovere l’utilizzo della bicicletta e sostenere politiche attive per la mobilità ciclabile, valorizzare l’esperienza e le competenze delle associazioni interessate alla promozione e allo sviluppo della mobilità ciclabile come sostegno all’azione di promozione dell’uso della bicicletta e di realizzazione di interventi  da parte dell’Amministrazione comunale.

Per il sindaco Leoluca Orlando “L’approvazione della Consulta della Bicicletta è un’ottima notizia. Il segnale di una sensibilità condivisa all’interno del Consiglio comunale per una mobilità sostenibile e dolce. Va in parallelo con l’impegno dell’Amministrazione sul fronte della progettazione e della ricerca di fondi per la realizzazione di piste ciclabili e con la promozione del bike-sharing, servizio sempre più importante e diffuso anche nella nostra città”.

“Il Movimento 5 Stelle ha votato favorevolmente la delibera che istituisce la Consulta comunale della Bicicletta”, dichiarano Antonino Randazzo, Concetta Amella e Viviana Lo Monaco. “È un passaggio storico per la città di Palermo sul tema della ciclabilità. Con questa approvazione diamo finalmente uno strumento importante di partecipazione a cittadini singoli e associati appassionati della mobilità dolce, che va anche nella direzione della sostenibile ambientale a beneficio di tutta la popolazione, e che assume un rilievo ancora maggiore alla luce dell’emergenza Covid-19 e della cosiddetta “fase 2″. Un Organismo di partecipazione che consente quindi di avviare un confronto stabile e certo sulle tematiche della mobilità ciclabile fra amministrazione comunale, associazioni e cittadini”.

Il Capogruppo del PD al Consiglio Comunale di Palermo Rosario Arcoleo e il Segretario Provinciale del PD di Palermo Rosario Filoramo, esprimono apprezzamento per l’approvazione della delibera che istituisce la consulta della bicicletta. “Con l’avvio della Fase 2, dopo l’assoluto lockdown causato dal COVID 19, sarà preferibile optare nell’uso di mezzi di trasporto privati non inquinanti, biciclette, pattini etc., in alternativa ai mezzi pubblici ove momentaneamente sarà contingentata la presenza di pubblico. Il Partito democratico ritiene questa delibera un primo passo per successivi interventi di sostegno alla mobilità dolce, attraverso la realizzazione di nuove piste ciclabili, rastrelliere e parcheggi video controllati, nuovi servizi di noleggio e incentivi economici in favore di lavoratori e studenti che scelgono quale metodo di trasporto per recarsi al lavoro o allo studio la bicicletta. Andrà tutto bene, bisogna pedalare”.


(Photo by Maixent Viau on Unsplash)


Widget not in any sidebars