Stretto di Messina, De Luca (M5S) a Musumeci: “Rimodulare immediatamente le corse dei traghetti, check-list veloce per i lavoratori pendolari”

Antonio De Luca, deputato regionale, ribadisce: “Medici, infermieri, militari e poliziotti costretti a lunghe code per imbarcarsi. Li chiamiamo ‘eroi’ ma poi non li aiutiamo. Devono avere una corsia preferenziale per accedere ai traghetti e le corse vanno ridistribuite lungo il giorno”. 

Ancora polemiche sulla gestione degli attraversamenti dello Stretto di Messina

“Il presidente Musumeci deve urgentemente rimodulare le corse dei traghetti e attivare una check-list per consentire ai sanitari e alle forze dell’ordine di imbarcarsi velocemente per raggiungere il proprio posto di lavoro, senza file estenuanti e senza essere costretti traghettare molte ore prima”.
“Si tratta di proposte che avevo già avanzato diversi giorni fa, con spirito di collaborazione, ma che finora sono rimaste inascoltate. A che serve chiamare medici, infermieri, poliziotti e militari ‘eroi’, se poi non si fa niente per aiutarli concretamente?”.
A ribadire ancora la necessità di regolamentare il transito sullo Stretto di Messina è il deputato regionale del Movimento 5 Stelle, Antonio De Luca, che sottolinea come “le forze dell’ordine e il personale medico e sanitario in servizio tra Messina e Reggio Calabria, in prima linea ormai da mesi nella lotta contro la diffusione del coronavirus, sta pagando il prezzo più caro di tutti, in termini di isolamento, rischio contagio e vittime, mancanza frequente dei dispositivi di protezione adeguati, turni massacranti e nessuna attenzione dal governo regionale siciliano. Come se tutto questo non bastasse – aggiunge De Luca – i pendolari dello Stretto sommano pure la fatica del viaggio e il peso della cattiva organizzazione degli orari di attraversamento in traghetto la cui organizzazione dipende dalla Regione”.

“Basterebbe semplicemente rimodulare le corse che attualmente sono due al mattino e due la sera, della Caronte&Tourist e della Blujet, – prosegue ancora De Luca – inserendo delle corse all’ora di pranzo per evitare che i lavoratori debbano sopportare lunghissime file che precedono o seguono i pesanti turni lavorativi. Chi deve montare nel turno pomeridiano è assurdo che debba traghettare la mattina presto per raggiungere in orario il proprio posto di lavoro. Inoltre, serve la creazione di una check-list con nominativi e targhe d’auto delle categorie professionali interessate, creando per loro una corsia preferenziale di imbarco, così da agevolare i lavoratori, eliminare le code e migliorare i controlli sugli altri utenti. Invito il presidente Musumeci a riparare immediatamente a questo errore e mi auguro che altri esponenti politici condividano il mio appello”.


Widget not in any sidebars