Palermo, festa di Pasqua sui tetti, intervento interforze. Orlando “Incivili avranno pene che meritano”

Decine di persone festeggiano la Pasqua sui tetti, arrostendo carne tra musica e fuochi d’artificio, in violazione del DPCM Coronavirus, infischiandosene delle norme che proibiscono ogni forma di assembramento. Intervengono le forze dell’ordine su segnalazione dei cittadini.

festa tetti Sperone Palermo coronavirusUna operazione interforze a Palermo che ha coinvolto Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Municipale ha posto fine, anche con il supporto di un elicottero della PS, ad una grave violazione delle norme di contrasto alla diffusione del Covid-19, con decine di persone assembrate sul tetto di un palazzo nel quartiere dello Sperone.
In piazzale Ignazio Calona, dopo la segnalazione ricevuta da alcuni cittadini del posto, sono intervenute diverse pattuglie delle forze dell’ordine che stanno procedendo all’identificazione dei responsabili.

“Anche grazie ai video che loro stessi hanno stupidamente diffuso, nei quali per altro non lesinavano insulti al sottoscritto – ha detto il sindaco Leoluca Orlando – sarà più facile identificare questi incivili e incoscienti che hanno coinvolto in questa grave violazione anche numerosi minori, commettendo in un solo momento diversi reati.
Per tutti loro scatteranno le sanzioni e le denunce previste, con le pene che meritano.
Non posso che esprimere gratitudine, che sono certo non essere solo mia ma di tutta la stragrande maggioranza dei palermitani e degli abitanti dello Sperone, alle forze dell’ordine che sono intervenute subito e in modo deciso.”

Banchetto di Pasqua con grigliata di carne sui tetti dello Sperone, a Palermo. Intervengono forze delle'ordine.

Posted by Il Gazzettino di Sicilia – Streaming on Sunday, April 12, 2020


Widget not in any sidebars