Coronavirus Sicilia, i provvedimenti del Governo della Regione contro la crisi da Covid-19

Il Governo della Sicilia, per fronteggiare lo stato d’emergenza sanitaria (ed economica) da Covid-19, ha adottato numerosi provvedimenti, straordinari e urgenti, che coinvolgono vari rami dell’Amministrazione regionale: dalla Salute alla Funzione pubblica, dalle Autonomie locali alle Attività produttive, all’Economia.
Con i DCPM dell’8, 9, 11 marzo 2020 sono state disposte sull’intero territorio nazionale severe misure di contrasto e contenimento della diffusione del virus Covid-19.
È stato limitato lo spostamento delle persone fisiche, salvo quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di salute. Le autorità possono effettuare controlli sugli spostamenti dei cittadini che dovranno fornire la motivazione dei loro spostamenti, firmando un’autocertificazione. Sospese le attività: commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità; dei servizi di ristorazione fra cui bar, pub, ristoranti; infine, quelle didattiche in presenza in tutte le scuole, enti di formazione, università.
Disposta la sospensione degli eventi in luogo pubblico o privato (inclusi eventi e competizioni sportive) e delle cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri. Chiusi i musei e gli altri istituti e luoghi della cultura, teatri, cinema. Vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

Emergenza coronavirus regione sicilianaTutte le misure decise dal Governo Musumeci dopo la dichiarazione dello stato di emergenza nazionale per la pandemia da coronavirus del 31 gennaio 2020 [ link ]

“La Regione Informa”, archivio comunicati istituzionali [ link ]

Notizie su attività, provvedimenti, decreti del Governo regionale

Notizie 2020
Marzo
Febbraio
Gennaio

Altre notizie in archivio cronologico [ link ]

Coronavirus, le misure adottate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri

Tutti i provvedimenti (decreti-legge e decreti ministeriali) di contrasto alla crisi causata dalla pandemia coronavirus Covid-19, decisi dal Governo Conte a partire dal 31 gennaio, data in cui è stato proclamato lo stato di emergenza nazionale, in seguito alla dichiarazione, il giorno prima, dell’emergenza di sanità pubblica di interesse internazionale da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per l’epidemia di coronavirus in Cina scoppiata nella città di Wuhan [ link ]

Provvedimenti attualmente vigenti, approvati dal Governo italiano in seguito all’emergenza sanitaria internazionale [ link ]

Misure igienico-sanitarie disposte con DPCM 8 marzo 2020:
a) lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;
b) evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
c) evitare abbracci e strette di mano;
d) mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro;
e) igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
f) evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri;
g) non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
h) coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
i) non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
l) pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
m) usare la mascherina se si sospetta di essere malati o se si presta assistenza a persone malate.

#restoacasa coronavirus sicilia


Widget not in any sidebars