Taxi condiviso. Percorsi a tariffa fissa a Palermo per facilitare l’accesso ad aree ZTL durante le ore notturne

Nel corso dell’ultima seduta, la Giunta comunale ha approvato i percorsi a tariffa fissa per il taxi condiviso a Palermo, per facilitare l’accesso alle aree della ZTL durante le ore notturne.

Il provvedimento, che tiene conto delle proposte avanzate dalle associazioni di categoria, nasce con lo scopo di favorire l’utilizzo dei servizi pubblici per limitare l’uso del mezzo di trasporto privato.
Oltre a promuovere l’attività economica dei titolari di licenza taxi, si cerca di andare incontro alle esigenze sia degli operatori commerciali che dei cittadini, che possono così dividere il costo del taxi se diretti tutti verso la stessa zona dove insiste la ZTL notturna.

I percorsi prestabiliti sono i seguenti:
– Percorso n. 1 – inizio Piazza Alcide De Gasperi / arrivo Piazza Castelnuovo / Piazza Verdi e viceversa;
– Percorso n. 2 – inizio Parcheggio E. Basile/arrivo Piazza Verdi /Piazza Giulio Cesare e viceversa;
– Percorso n. 3 – inizio Parcheggio Nina Siciliana / arrivo Piazza Castelnuovo /Piazza Verdi e viceversa.
La tariffa fissa per questi percorsi è di 2,00 euro a persona, per un minimo di 4 persone, più eventuale maggiorazione notturna di euro 2,29 totali.

Per gli assessori Piampiano e Catania, “la possibilità di fruire dei taxi condivisi, unitamente alla disponibilità delle corse notturne del bus 101, rappresenta un valido incentivo all’utilizzo del mezzo pubblico, confermando allo stesso tempo l’importanza del servizio di piazza a tariffa fissa.
Confidiamo nella possibilità che insieme alla categoria si possano trovare altre forme di sinergia che vanno nella stessa direzione”.
Secondo il sindaco Leoluca Orlando “si tratta di un provvedimento che, come spesso, avviene unisce la promozione della mobilità condivisa, e quindi più sostenibile, con la promozione di un’economia di servizio. Con questo provvedimento l’Amministrazione conferma la fiducia e il proprio sostegno al sistema dei taxi in città, elemento indispensabile perché sempre meno cittadini abusino del mezzo privato”.

La delibera è la n. 149110 del 19/02/2020 ed è disponibile sul sito istituzionale alla voce Albo pretorio.


Widget not in any sidebars