Formazione professionale Sicilia. Mobilitazione USB l’8 gennaio a Palermo

Per l’8 gennaio 2020, l’USB siciliana chiama alla mobilitazione le lavoratrici e i lavoratori della Formazione Professionale Regionale, vera e propria macelleria sociale dove è stato consumato un vero massacro di donne e  di uomini alimentato dalle politiche antisociali dei governi regionali e nazionali di qualunque schieramento partitico.

ditelo al Gazzettino di Sicilia“L’Usb – annuncia Alessandra Canto – subito dopo le vacanze natalizie è intenzionata a manifestare sotto la Presidenza della Regione Siciliana in favore di tutto il comparto Formazione Professionale. Abbiamo deciso di manifestare con una maschera a forma di testa di cavallo, volutamente provocatoria, poiché è noto alla collettività l’interesse e la passione che il presidente Musumeci riserva agli equini, investendo un’ingente quantità di danaro pubblico (anche attingendo da riserve nazionali), dimenticandosi delle criticità che insistono sul territorio regionale e nello specifico per il comparto Formazione Professionale. Magari, presentandoci vestiti da cavalli attireremo le sue sempre centellinate, se non inesistenti, attenzioni”.
“La protesta – conclude la battagliera Alessandra Canto –  avverrà l’8 gennaio 2020.L’iniziativa è aperta a tutte le lavoratrici e a tutti i lavoratori della Formazione Professionale. È aperta anche a tutte le sigle sindacali che volessero aderire”.

Alessandra Canto e Sandro Cardinale, USB
Alessandra Canto e Sandro Cardinale, USB

Sandro Cardinale, di USB Sicilia e responsabile della Federazione del Sociale USB Palermo, non lascia scampo al Presidente della Regione Siciliana, ‘Un presidente in tutt’altre faccende affaccendato…’ : ”Si pensava di aver finalmente al Governo regionale un Presidente che avesse a cuore davvero le problematiche del popolo siciliano, una delusione assoluta quella del governo Musumeci, il quale dopo essersi fatto la campagna elettorale con alcune categorie di precari, lavoratori ed ex lavoratori ha pensato bene di scaricarli, come ha fatto con i licenziati della Formazione Professionale, macellati cinque anni fa da una cattiva politica, che aveva promesso loro grandi cose.
Un presidente che si dica tale dovrebbe avere polso con i suoi assessori, non può dire che non ha nessun potere.
In questi anni non ha speso neppure una parola pubblicamente per gli ex lavoratori della Formazione Professionale, sa fare solo spallucce e allargare le braccia, di contro è molto  attivo nella salvaguardia dei cavalli, nel rilanciare la struttura di Ambelia e portare a Catania la coppa degli Assi che era di Palermo, insomma una passione sfrenata e smodata per gli equini che costano milioni di euro a spese dei contribuenti.
Presidente se continua così, la fame sarà tale che i cavalli ce li mangeremo…
Giorno 8 gennaio 2020, la USB farà venir fuori le contraddizioni di questo Governo, in una terra martoriata non può e non deve non tener conto delle esigenze del suo popolo!”.

Orazio Vasta, USB


Widget not in any sidebars

Orazio Vasta

Direttore responsabile