Si sgonfia denuncia M5s su definanziamento stadio di Trabia, assessore Messina: “Colpa del silenzio del Comune”

I deputati Cinquestelle in Commissione Bilancio all’Ars Sunseri, Zito e Tancredi avevano denunciato l’esclusione del finanziamento dei lavori dello stadio di Trabia, e la conseguente attribuzione della medesima somma al Comune di Barrafranca.

“Cancellare con un colpo di spugna un progetto cittadino di un milione e mezzo di euro dalla riprogrammazione dei fondi europei del Patto per il Sud perché la Regione non trova o non recepisce il progetto di un Comune. Il Movimento 5 Stelle in commissione bilancio all’Ars non vuole essere complice dell’ennesimo pasticcio targato governo Musumeci. Se i fatti dovessero essere confermati, chiederemo le dimissioni dell’assessore allo sport e turismo Manlio Messina”. 

Pronta la risposta dell’assessore regionale allo Sport, che spiega come non ci sia alcun pasticcio, ma solo il mancato rispetto dei tempi da parte del Comune di Trabia.

“Nel marzo 2018 l’assessorato regionale Sport aveva sollecitato il comune di Trabia, che come altri 40 comuni, con il Patto per il Sud, era stato inserito nel programma di finanziamenti già nel 2017, a elaborare il progetto per la ristrutturazione dell’impianto sportivo avvertendo che, se il progetto non fosse stato definito nell’arco di 30 giorni, non avrebbe potuto accedere al finanziamento dell’opera che era in graduatoria tra i progetti ammissibili. Sono decorsi, nel frattempo, i termini e gli uffici dell’assessorato non hanno ricevuto alcun riscontro da parte del Comune di Trabia”. Lo dice l’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo Manlio Messina che replica alla nota del M5s.

“Va detto che all’inizio di quest’anno, a termini ampiamente scaduti, il comune di Trabia ha inviato un progetto esecutivo – prosegue Messina – ma il competente ufficio tecnico della Regione Siciliana ha restituito il progetto con una serie di prescrizioni a cui il comune di Trabia non ha ottemperato. Tanto che, con una nota dello scorso aprile, gli uffici dello Sport del dipartimento hanno notificato al Comune di Trabia il definitivo stop della possibilità di realizzare i lavori, anche questa rimasta senza alcun riscontro. Pertanto, alla luce dei fatti, l’assessorato la scorsa estate ha comunicato formalmente all’amministrazione comunale, secondo i termini di legge, l’avvio del procedimento di esclusione del progetto dall’elenco dei progetti ammissibili a finanziamento”.

“Aggiungo per maggiore chiarezza – afferma l’assessore Messina – che il mancato scorrimento della graduatoria comporrebbe prima di tutto la penalizzazione dei comuni che hanno svolto nei tempi previsti quanto stabilito dalla legge e inoltre, fatto grave, si perderebbe il finanziamento, costringendo l’assessorato alla restituzione dei fondi. Se è questo che vogliono i deputati 5 stelle si prendano la responsabilità in Commissione. Il nostro unico intento è spendere le risorse e destinarle ai comuni che hanno rispettato la tempistica prevista”.

“L’utilizzo di questi fondi – spiega l’assessore regionale Messina – è sottoposto ad un rigido cronoprogramma di spesa che, con i tempi del Comune di Trabia non sarebbero mai stati compatibili, atteso che in oltre due anni lo stesso Comune non è stato in grado di assicurare la redazione di un progetto esecutivo cantierabile. Parlano gli atti che abbiamo a disposizione di tutti – sottolinea l’assessore Messina – e non si è verificato alcun pasticcio, dispiace e stupisce la nota dei deputati regionali del Movimento 5 Stelle all’Ars Luigi Sunseri, Stefano Zito e Sergio Tancredi del M5s che sollevano un caso senza conoscere nulla della dinamica dei fatti, affidandosi esclusivamente al racconto di una parte”.

 


Widget not in any sidebars