Favara. Giornalista scrive su aumento 50% gettone consiglieri, attaccato e mandato via dal Consiglio comunale

Durante una riunione d’aula del Consiglio comunale di Favara (Agrigento), il giornalista Giuseppe Moscato denuncia di essere stato allontanato dai vigili urbani su richiesta del vicepresidente del Consiglio comunale.

Giuseppe Moscato
Il giornalista Giuseppe Moscato

Ecco i fatti raccontati dal cronista ai colleghi di Adnkronos: «Per più di due ore ho assistito in silenzio a continui attacchi di alcuni consiglieri comunali contro la stampa – racconta ancora Moscato – poi ho risposto, stanco dei continui insulti. E il vicepresidente del Consiglio comunale mi ha fatto portare fuori con la forza, invece di stigmatizzare quello che è stato detto contro i giornalisti che ‘non hanno le pa…e. Un clima brutto, alimentato anche dai social».
L’aria in aula si è surriscaldata quando si è criticato un articolo dello stesso Moscato pubblicato nel sito on-line Siciliaonpress, dove si riportava che all’ordine del giorno della seduta c’era anche la proposta di variazione dell’art. 25 bis del Regolamento di svolgimento del Consiglio comunale, ovvero l’aumento del 50% del gettone di presenza dei consiglieri, su proposta del consigliere comunale Antonio Scalia. Da quel momento sono stati lanciati duri attacchi contro il giornalista e contro la stampa in generale che hanno avuto come conseguenza una dura reazione di Giuseppe Moscato, a difesa della categoria e di chi con dignità da oltre 40 anni svolge un compito difficile qual è quello di informare la città. I toni della discussione in Consiglio si sono alzati fuori misura, e a quel punto il vice presidente Giuseppe Nobile ha chiesto agli agenti della Polizia Municipale di far uscire il giornalista, così Moscato è stato allontanato dall’aula consiliare.

L’Associazione della Stampa di Agrigento condanna il trattamento riservato al giornalista Giuseppe Moscato, presente ai lavori del consiglio comunale di Favara per informare la cittadinanza sull’esito degli stessi. “Durante il consiglio comunale – sottolinea il Segretario Assostampa Agrigento Gero Tedesco – il collega è stato cacciato dall’aula. L’informazione è un diritto fondamentale per i cittadini e i giornalisti di questo sono strumento e voce per garantirlo. Condanniamo quanto accaduto all’interno dell’aula del consiglio comunale di Favara, siamo vicini al collega Giuseppe Moscato e nei prossimi giorni invieremo una nota alla presidenza del Consiglio comunale con la quale chiederemo conto di quanto avvenuto”.
Moscato ha ricevuto la solidarietà del deputato M5S all’Ars Giovanni Di Caro, che vuole fare chiarezza su quanto accaduto nell’aula consiliare “Falcone – Borsellino” di Favara.