Agente aggredito nel carcere di Favignana, Carolina Varchi: “Subito aumento degli organici di polizia penitenziaria”

Aggressione ad agente in servizio, Varchi: “Solidarietà e vicinanza umana all’assistente capo, tutelare tutti gli operatori”

“Il lavoro degli agenti del corpo di Polizia Penitenziaria va tutelato a dispetto di chi pensa che anche in regime carcerario si possano violare le regole fino all’aggressione di un operatore che nel compimento del proprio dovere rappresenta lo Stato”.

Lo dice il deputato nazionale di Fratelli d’Italia Carolina Varchi che esprime “la totale solidarietà e vicinanza umana all’assistente capo aggredito da un detenuto durante il servizio nella casa di reclusione di Favignana. Non è accettabile – prosegue Varchi, capo gruppo di FdI in commissione giustizia alla Camera – che un detenuto possa infrangere  le regole a discapito di chi ha il compito di farle rispettare proprio per conto dello Stato. Quotidianamente si registrano in tutto il territorio nazionale aggressioni nei confronti degli agenti di Polizia Penitenziaria i quali devono essere tutelati in ogni sede anche migliorando le condizioni delle strutture carcerarie e aumentando gli organici che da anni, come segnalano i sindacati sono carenti”, conclude Carolina Varchi.


Widget not in any sidebars