Decreto sicurezza, Sinistra Comune: “Aderiamo alla manifestazione prevista oggi contro provvedimento che calpesta diritti umani”

Alle ore 19 a piazza Verdi per ‘La Disumanità è Legge. Apriamo i Porti e i Canali Umanitari. Solidarietà ad Open Arms

Saremo in Piazza con il Forum Antirazzista per manifestare contro il Decreto Sicurezza bis.

Lo saremo per ragioni di metodo e di merito: Salvini continua ad investire sulla creazione di un nemico, identificato nei migranti ma anche in ogni forma di dissenso sociale. Non c’è alcuna emergenza legata agli sbarchi né alcuna particolare emergenza legata all’ordine pubblico, ma solo la volontà di continuare un discorso che, evidentemente, si ritiene porti consenso.
Assistiamo poi ad un inquietante ed acritico appiattimento del Movimento 5 Stelle che, terrorizzato dalle urne, si è ormai consegnato eticamente e politicamente al salvinismo.
Nel merito ricordiamo che fino a pochi anni fa le ONG lavoravano a fianco dello Stato che, anche successivamente alla chiusura della Missione Mare Nostrum, ha proseguito a coordinarne l’opera di monitoraggio identificando in loro un elemento essenziale per proseguire le necessarie operazioni di monitoraggio della frontiera più insanguinata del mondo: il Mar Mediterraneo Centrale. Ribadiamo la nostra vicinanza e sostegno a tutte le organizzazioni che continuano questo lavoro in un momento in cui il potere prova in ogni modo ad ostacolarle con sanzioni irragionevoli che, siamo sicuri, saranno dichiarate tali anche dalla Corte Costituzionale.
Salvare in mare è un dovere giuridico oltre che etico : è necessario non abbassare la testa e proseguire a dire che le migrazioni non possono essere affrontate con un approccio tutto improntato all’ordine pubblico e che criminalizzare tutti i migranti alimenta sentimenti xenofobi e avvelena una società già ampiamente disgregata.
Per tutte queste ragioni saremo in Piazza a fianco del Forum Antirazzista e degli amici di Emmaus.

Durissimo giudizio politico sulla norma anche dal vicepresidente della commissione Libe (Libertà civili, giustizia, affari interni) al Parlamento Europeo, Pietro Bartolo, medico di Lampedusa.  “Ho pensato a lungo alle parole da non dire, ma il decreto sicurezza bis è una porcata immane, non c’è altro modo per definirlo. Una porcata che punisce chi salva un uomo, che mette una taglia sulla vita, che limita la libertà di manifestazione del pensiero. Il decreto sicurezza bis è un atto di prepotenza contro la Costituzione, il diritto internazionale e la nostra storia”.


Widget not in any sidebars