Cantalfo e Campo, soddisfazione sblocco Ragusa-Catania da parte del ministro Toninelli: subentra l’Anas

“Da una parte ci sono le opere inutili, dall’altra quelle di vero interesse nazionale. Non posso non congratularmi con il Mit e con il Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli per la riapertura dei cantieri della cosiddetta Ragusana, la Ragusa-Catania”, dichiara la senatrice catanese del M5S, Nunzia Catalfo.

“Questa opera ferma e che tutti i siciliani aspettavano da oltre trent’anni ha avuto finalmente un’accelerata grazie all’accordo raggiunto tra il concessionario uscente e Anas. Un’opera, giusto ricordarlo, che porterà non solo vantaggi alla popolazione ma che ora grazie al nuovo modello di concessione farà risparmiare i soldi del pedaggio previsti dal vecchio progetto”.

“Il Ministro Toninelli – spiega la deputata Ars M5S Stefania Campo – ha raggiunto un risultato storico, un passo epocale per la Sicilia. Non posso nascondere la mia felicità e gratitudine al governo Conte. I cittadini del mio territorio hanno compreso grazie ai fatti chi fino ad oggi li ha presi in giro, difendendo un cantiere fermo da trent’anni che sarebbe costato miliardi di euro e 24 euro di pedaggio andata e ritorno. Il Movimento 5 Stelle ha impedito che la strada diventasse di un privato, che si verificassero manovre strane e soprattutto, che la nostra provincia venisse ancor più isolata a causa del ‘muro dei 24 euro’ del pedaggio. Stavolta vincono i cittadini”.

Il ministro alle Infrastrutture Toninelli ha annunciato: “L’autostrada Ragusa-Catania si farà. E non costerà nulla per chi ci viaggerà sopra. Ripeto: nulla. Nonostante Musumeci e nonostante certe polemiche strumentali, abbiamo continuato a impegnarci in silenzio e siamo arrivati all’accordo che sblocca una infrastruttura ferma da oltre 30 anni: Anas rileva il progetto da Sarc e dunque l’opera si farà con risorse inserite nel contratto di programma della Società delle strade. È un grande risultato per la Sicilia intera, per la sua economia, il suo turismo. Ma un segnale importante per l’Italia tutta”.