Zen, giovani volontari con reddito di cittadinanza si mettono a disposizione del Comune di Palermo

Volontari scrivono al sindaco Orlando. Costantino (FI): “Giovani con tanta voglia di riscatto sociale contro i pregiudizi”.

Alcuni ragazzi del quartiere Zen, che percepiscono il reddito di cittadinanza, vogliono mettersi al servizio della collettività, cercando un riscatto per il loro territorio.
Hanno inviato una lettera al sindaco di Palermo, Leoluca Orlando e a tutti i vertici dell’Amministrazione comunale, per informarli circa la propria disponibilità ad offrire un contributo concreto, a cominciare dalla pulizia delle strade del quartiere.
“Non vogliamo percepire il reddito di cittadinanza restando sdraiati tutto il giorno sul divano – sottolinea Francesco Sidoti, il portavoce del gruppo di volontari che da oggi sono a disposizione dell’Amministrazione comunale. I soldi vogliamo guadagnarli, non vogliamo che ci siano regalati”.
“Una pregevole iniziativa, di riscatto sociale – dichiara il Vicepresidente della VII Circoscrizione di Palermo, Fabio Costantino – che ancora una volta mette in luce il meglio di un quartiere troppo spesso ghettizzato o considerato come la mela marcia della cittadinanza palermitana. Dallo Zen invece parte un chiaro messaggio diretto alle Istituzioni: vogliamo lavorare, non vivere di assistenzialismo”.