USB sul caso Dell’Aria: “Firme e presìdi riportano la professoressa a scuola. La lotta paga!”

Consegna 200.000 firme Usb al Provveditorato agli studi di PalermoMercoledì si sono tenuti i presìdi indetti da USB Scuola in tante piazze d’Italia ed è stata consegnata ai prefetti una lettera in cui chiedevamo proprio la revoca del provvedimento sanzionatorio, mentre a Palermo, dice una nota Usb “il provveditore agli studi Marco Anello rifiutava di incontrarci ammettendo solo la consegna all’ufficio protocollo per le 200.000 firme raccolte”.
Ieri a Roma una delegazione di USB ha consegnato la petizione sottoscritta al Consigliere per le Politiche Sociali del Quirinale, trovando invece grande apertura e disponibilità al dialogo.

Il ministro Salvini, dalla Prefettura di Palermo, ha fatto sapere che il provvedimento disciplinare di sospensione della professoressa Dell’Aria verrà ritirato.

“Non riconosciamo nessun merito all’intervento tardivo della politica, dettato solamente da meri interessi elettorali. Il merito della fine di questa storia è solo dei lavoratori della scuola, degli studenti e dei cittadini.
USB Scuola non può che essere felice dello scatto di orgoglio di tutto il mondo della scuola e di tutti coloro che si sono uniti alla nostra petizione e ai nostri presìdi di ieri fino ad ottenere questo straordinario risultato che, oltre a ridare dignità alla professoressa Dell’Aria, restituisce alla scuola pubblica statale il ruolo di baluardo contro l’antifascismo e la censura, in nome dei valori della nostra Costituzione”.