Scordia (CT), giovane operaio vittima della guerra del lavoro. Usb: “Non chiamatelo incidente sul lavoro”

L’ultima vittima della ‘guerra del lavoro’, mentre stava effettuando dei lavori di movimentazione di materiale in ferro, si chiama Rocco Lanza, operaio, 26 anni.

Rocco stava lavorando, a Scordia, all’interno di un deposito di una ditta privata, ed è stato travolto e schiacciato dal materiale ferroso che stava manovrando dal basso, con molta probabilità a causa del non funzionamento dell’imbragatura che lo sovrastava.
“Altro sangue operaio, proletario, versato sul posto di lavoro. Rocco è l’ennesimo lavoratore vittima del sistema del profitto che omette la sicurezza sul lavoro e cancella diritti!”
Così la nota della Federazione del Sociale USB Catania, che esprime il proprio dolore per la morte di Rocco e la vicinanza alla famiglia, chiedendo agli organi di stampa di non chiamare “incidente sul lavoro” la morte di Rocco Lanza, come quella degli altri 200 lavoratori che, in questi primi 5 mesi dell’anno, hanno perso la vita sul posto di lavoro.


Widget not in any sidebars