Fabrizio Ferrandelli (+Europa): “Cittadini stanchi di promesse per il futuro, noi siamo gli unici pronti alla sfida per il presente”

Al via a Palermo la campagna territoriale +Europa per le elezioni europee del 26 maggio, alla presenza del segretario Benedetto Della Vedova.

All’appuntamento hanno preso parte tutti i candidati della circoscrizione Isole, uniti all’insegna dall’hashtag #Oggi. «Perché le sfide che affrontiamo non hanno un tempo futuro, ma riguardano il presente.
E il presente lo si fa insieme, qui e ora», spiega Fabrizio Ferrandelli, capolista, coordinatore regionale di +Europa e della campagna per le europee in Sicilia e Sardegna. Presentato anche il tour che toccherà i comuni di Sicilia e Sardegna.

Il video della conferenza stampa con Fabrizio Ferrandelli e Benedetto Della Vedova.

Al trentottenne palermitano, consigliere comunale e leader de “I Coraggiosi”, Fabrizio Ferrandelli, seguono l’avvocato penalista Pietrina Putzolu, 54 anni, sassarese; la palermitana Stefania Ficani, manager bancario di 41 anni, vicina alla causa animalista; il farmacista messinese Giuseppe Sanò, 42 anni, fondatore di Percorso Comune Messina; Silvja Manzi, nata a Foggia nel 1973, radicale, attivista nelle campagne referendarie e per i diritti civili; Marco De Andreis, classe 1955, radicale con molta esperienza di relazioni internazionali in ambito europeo; Maria Saeli, trentenne di Bagheria, presidente de “I Coraggiosi”, attiva nell’ambito delle iniziative in difesa del territorio; Elia Torrisi, imprenditore catanese di venticinque anni, laureato in politiche europee ed internazionali e rappresentante della generazione Erasmus che vive e ama l’Europa come la sua terra.

“La campagna elettorale è, da sempre e per molti, il tempo dei grandi annunci e proclami per il domani. Si punta sulla voglia di speranza delle persone o sulle loro paure. Noi di +Europa parliamo di diritti. E sentiamo di avere un solo tempo a disposizione per darci da fare: quello di oggi. – aggiunge Ferrandelli – Chi dice la Sicilia del domani, la Sardegna del domani, mente: la Sicilia e la Sardegna esistono già e meritano passione, idee, presenza sul territorio e persone capaci di rappresentarli e far sentire la loro voce. +Europa ce ne offre l’occasione, lo spazio, la possibilità: è l’unica che abbiamo davvero, oggi”.