“Traditore della Sicilia”: intimidazione al candidato della Lega alle europee

“Questo clima di odio non fermerà la Lega”, dichiarano in coro i candidati sindaco della Lega in Sicilia dopo l’atto intimidatorio contro Igor Gelarda.

A Palermo, nella notte del 20 aprile, una scritta intimidatoria che recita “Traditore della Sicilia” è comparsa in un manifesto elettorale di Igor Gelarda, candidato della Lega alle europee del 26 maggio nel collegio Sicilia e Sardegna, già responsabile regionale enti locali del partito e capogruppo in Consiglio comunale nel capoluogo siciliano.
“Casomai ha tradito la Sicilia chi non si è preso cura delle strade, degli ospedali e del territorio”, ha dichiarato Stefano Candiani, commissario della Lega in Sicilia e sottosegretario al ministero dell’Interno.
“Non farò un passo indietro di fronte a questo rancore – ha commentato Igor Gelarda – perché so che la gente perbene sta dalla nostra parte”.