Ex province siciliane, stanziamento 2019/2021, protesta il sindaco di Messina De Luca: “Villarosa? Pacco a cinque stelle”

È critico il sindaco metropolitano di Messina Cateno De Luca nei confronti del sottosegretario all’Economia cinquestelle Alessio Villarosa. Servono risorse aggiuntive, non stornare gli investimenti per pagare le spese correnti.

“Ho appreso della contentezza per la risoluzione del problema finanziario delle ex province siciliane: trattasi dell’ennesimo pacco a cinque stelle. Con questa somma di 100 miloni di euro non si risolve il problema per il triennio 2019/2021, come da noi richiesto. Non basteranno neanche per il 2019 in quanto c’è da ripianare il disavanzo del 2018″.
A riferirlo è il Sindaco di Messina, Cateno De Luca, in merito alla vicenda legata ai finanziamenti destinati alle ex province siciliane.

“Villarosa – continua il Primo cittadino – si era impegnato ad assegnare risorse aggiuntive e non a trasformare risorse già nostre, assegnate per gli investimenti, per le spese correnti delle ex province. Il dramma per la città metropolitana di Messina è il rischio di perdere le risorse del masterplan: oltre 300 milioni di euro”.

Noi a Messina – conclude De Luca – non avendo la copertura triennale, non possiamo avviare la progettazione di molte opere strategiche. Non possiamo neanche procedere alle stabilizzazioni dei precari. Mi chiedo: perché Villarosa ed i suoi sodali a cinque stelle manifestano questa contentezza? È proprio vero, al peggio non c’è mai fine”.

Dario Di Gesù

Direttore editoriale