“Non ti scordar di me”, concorso per gli studenti di Erice e Trapani in memoria delle strage mafiosa di Pizzolungo

Gli studenti delle scuole superiori di secondo grado di Erice e Trapani che partecipano al concorso dovranno elaborare un articolo sul tema del giornalismo per una società libera da mafie e corruzione.

Nell’ambito delle iniziative previste in occasione di ‘Non Ti Scordar di me 2019’, la manifestazione dedicata al ricordo delle vittime della strage mafiosa del 2 aprile 1985 di Pizzolungo, il Comune di Erice e l’associazione Libera, nomi e numeri contro le mafie – assieme a Federazione nazionale della Stampa italiana, Ordine dei giornalisti, Usigrai, Libera Informazione e associazione Articolo 21 – hanno indetto la quarta edizione del concorso giornalistico ‘Santo della Volpe’ riservato agli studenti delle classi III, IV e V delle scuole superiori di secondo grado di Erice e Trapani.

«Il giornalista Santo della Volpe proprio ad Erice in occasione di ‘Non ti scordar di me 2015’, fece una delle sue ultime apparizioni pubbliche prima della grave malattia che definitivamente lo ha condotto alla prematura morte nel mese di luglio dello stesso anno”, sottolinea una nota del Comune siciliano. “Attraverso il concorso intendiamo ricordare ed onorare la figura di un giornalista sempre in prima linea nel suo impegno sociale e professionale in favore della legalità e nella lotta alle mafie».

Come nelle precedenti edizioni del concorso, l’obiettivo è quello di coinvolgere gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado nell’elaborazione di articolo giornalistico. Tema di questa edizione è il giornalismo per una società libera da mafie e corruzione. Gli studenti dovranno partire da queste parole di Santo Della Volpe: «La difesa della autonomia dei giornalisti è per questo difesa della democrazia. Noi siamo e saremo sempre le sentinelle della Democrazia e della Costituzione. Coscienti dei nostri diritti e dei nostri doveri, dovremo rafforzare i vincoli e allargare le visioni della nostra Deontologia professionale, sempre con l’occhio vigile e la mente indirizzata al rispetto dei cittadini, del diritto ad essere correttamente informati (e mai diffamati) delle persone che vedono in noi un punto di riferimento per la conoscenza della realtà. Siamo e saremo cronisti del mondo, del racconto. Ma anche cronisti di noi stessi, donne e uomini legati ai soli interessi dell’informazione ‘a schiena dritta’, mai appagati e sempre alla ricerca del vero confronto tra tesi, mai precostituite e comunque ben spiegate. Perché l’Informazione o è libera oppure non è informazione».

Ciascun Istituto Scolastico potrà partecipare con un massimo di tre elaborati. La commissione giudicatrice selezionerà i tre vincitori che saranno premiati il 2 aprile 2019 nel corso di una cerimonia all’Auditorium ‘Santa Chiara’ del Seminario Vescovile di Trapani rientrante nell’ambito delle iniziative previste per ‘Non ti Scordar di me 2019’.

Per questa quarta edizione del concorso sono inoltre state introdotte in via sperimentale due nuove sezioni, il cui tema si è deciso di lasciare sostanzialmente libero, purché legato al contrasto alle mafie:

– la produzione di un video di massimo di 15 minuti: il migliore verrà proposto per l’inserimento nei canali web delle associazioni che patrocinano il concorso giornalistico;

– la realizzazione di un testo teatrale: il migliore verrà proposto per la messa in scena nell’edizione 2020 del ‘Non ti scordar di me’.

I termini di consegna degli elaborati al Comune di Erice restano quelli del 29 marzo 2019. Tutte le informazioni utili sono disponibili sul sito web del Comune di Erice.