Pace in Libia. Domenica a Tunisi l’incontro tra i libici del Mabda e i vertici di “Siciliani verso la Costituente”

Prosegue la collaborazione tra “Siciliani verso la Costituente” e Civil Social Democratic Movement “MABDA”, movimento politico libico.

Domenica 24 febbraio, a Tunisi, presso Albuhaira Residenz Eqamat Al Saad, si terrà un incontro tra le delegazioni dei due movimenti, guidate rispettivamente dal coordinatore Salvo Fleres, che sarà accompagnato da esponenti politici, da imprenditori e da parlamentari, e dal Prof. Eshehumi Salam, insieme a rappresentanti del mondo politico, universitario e dell’associazionismo libico.

L’idea è quella di mettere in piedi una collaborazione stabile rivolta a verificare cosa sia possibile fare per aiutare la Libia ad uscire dal dramma attuale.

Questa di Tunisi è una tappa molto importante nella evoluzione del rapporto tra Mabda e il Movimento sicilianista, rapporto che si era aperto grazie alla lettera aperta al Ministro Moavero, seguita da interrogazioni parlamentari, con la quale l’on. Salvatore Grillo, tra i fondatori di “Siciliani verso la Costituente”, ha attaccato la scelta di non invitare MABDA alla Conferenza di pace per la Libia tenutasi a Palermo.

Successivamente Grillo ha incontrato, a Roma, il presidente dell’associazione dei Libici nel mondo, Prof. Mohammed Elflit, aderente a Mabda. In quell’occasione sono stati concordati i punti di una collaborazione che può contribuire alla crescita della credibilità di MABDA e aumentarne la probabilità di divenire protagonista nella pacificazione interna, anche in quanto forza estranea ai cosiddetti signori della guerra. Una volta “scoppiata la pace”, in una Libia libera e democratica, MABDA potrà essere il riferimento per una stagione di collaborazione con l’Italia e, soprattutto, con la vicina Sicilia.