Palermo, finalmente Mirri… lasso

Dario Mirri
Dario Mirri

Venerdì sera, come se non fosse bastato il secchio d’acqua ricevuto in faccia da Tremolada negli ultimi istanti della partita contro il Brescia, contestualmente ai tifosi rosanero, a quelli presenti allo stadio e non, improvvisa e ancor più gelida toccava ricevere una ulteriore secchiata sotto forma della notizia della rottura dell’accordo tra l’U.S.Città di Palermo e la Damir di Daniele e Dario Mirri che avrebbe dovuto garantire il versamento della somma necessaria per assicurare le spettanze ai calciatori. A questo punto panico generale.

Sui social sfilano improbabili proposte di urgentissimo azionariato popolare, una delle tante: “se i 40.000 tifosi rosanero che sono andati a Roma per seguire il Palermo in occasione della finale di coppa Italia con l’Inter “escono” 70 €uro ciascuno il problema è risolto; oppure “può essere che in città non esistono 28 grossi imprenditori disposti a versare ognuno 100.000 € per salvare la situazione? Per l’occasione, lodevole cambiamento, in fatto di passione il calcio cede il posto alla matematica. Certo, le esigenze sono esigenze e questa imprevista assenza di liquidità può aver causato fibrillazioni anche nelle famiglie dei giocatori. Notizie della domenica: si dice che la moglie di Bellusci abbia detto a suo marito “i tifosi sono abituati a raccogliere i tuoi appelli, fanne uno se qualcuno ti può anticipare qualcosa e poi gliela restituisci”; si narra che la signora Jajalo abbia detto al marito “vai dal salumiere sotto casa, prendi quello che ti bisogna e digli che poi passi a pagare”; corre voce che la moglie di Brignoli gli abbia intimato “esci e datti da fare che dobbiamo mangiare” ma lui piuttosto infastidito le ha risposto “cara, dopo venerdì sera mi sono tolto il vizio di uscire, tiriamo avanti con quello che c’è in frigo”. Voci non controllate naturalmente. E’ il buon Rino Foschi? La frenetica ricerca di denaro che evitasse guai deve averlo sicuramente sfinito. Un mio amico dopo aver appreso del buon fine dell’operazione mi ha chiesto “dove posso trovare il presidente che lo voglio ringraziare?” gli ho risposto “non escludo che sia al Buccheri La Ferla o al Civico in rianimazione”. Sono troppo contento, lasciatemi scherzare ora che il pericolo è scampato; è stata una liberazione; le tifoserie concorrenti che speravano nel “mors tua, vita mea” confidino in altre situazioni non nella nostra.

Riepilogando: tutto a posto, soldi arrivati, bonifici partiti quindi per la nostra squadra del cuore niente preoccupante penalizzazione di 4 punti in classifica; avrebbe sicuramente causato uno sconquasso; dopo un terribile week end di tensione oggi finalmente Mirri…lasso!

Trovato l'accordo tra Damir e Palermo calcio

Pubblicato da Rassegna Stampa su Lunedì 18 febbraio 2019


Widget not in any sidebars