Pagamenti fornitori e personale dei Comuni bloccati dalla finanziaria. Appello Anci ai parlamentari eletti in Sicilia

Ampliamento del limite imposto dalla legge finanziaria nazionale per le anticipazioni di Tesoreria. Appello dell’Anci Sicilia per una modifica normativa rivolto ai deputati e senatori eletti nell’Isola

“Permane una situazione di difficoltà finanziaria e di liquidità nei comuni siciliani a causa della norma introdotta dalla Legge di Bilancio 2019 (legge 30 dicembre 2018, n. 145) che, rispetto agli anni precedenti, ha diminuito la possibilità di utilizzare l’anticipazione di tesoreria fissando quest’ultima nei limiti del 4 dodicesimi”, dichiarano Leoluca Orlando e Mario Emanuele Alvano, presidente e segretario generale di AnciSicilia.
“In particolare – continuano Orlando e Alvano – registriamo una crescente preoccupazione degli amministratori locali per il fatto che, a distanza di quasi un mese dall’inizio dell’anno, non sono nelle condizioni di poter far fronte ai pagamenti nei confronti dei fornitori e al pagamento degli stipendi del personale”.
“Ci auguriamo – conclude il presidente Orlando – che le numerosissime richieste di intervento provenienti dai comuni siciliani possano trovare nei deputati e nei senatori eletti nell’Isola attenti interlocutori e che una modifica normativa possa essere introdotta nei provvedimenti legislativi che sono attualmente in discussione in Parlamento”.