Tariffe aeree Sicilia esose, enorme disparità con quelle della Sardegna. Lettera al presidente della Regione Musumeci su continuità territoriale

Collegamenti aerei troppo cari con la Sicilia, lettera del consigliere comunale di Palermo Marcello Susinno al presidente della Regione Siciliana. “Siciliani penalizzati rispetto alla Sardegna”

Una lettera al presidente della Regione Musumeci per sollecitare un intervento al fine di garantire la continuità territoriale.
“L’obiettivo è consentire a tutti i residenti dell’Isola la fruizione di tariffe agevolate”, dice Marcello Susinno, consigliere di Sinistra Comune promotore dell’iniziativa. “I costi legati agli spostamenti incidono sul budget delle famiglie, soprattutto nel periodo delle festività natalizie. Il costo di un biglietto aereo è molto diverso, se si parte da Cagliari (68,69 euro) o Palermo (418,25 euro) per raggiungere Milano, ad esempio”.

“Si deve mettere a punto un impianto normativo finalizzato a garantire il servizio di trasporto aereo, ferroviario e marittimo efficace, efficiente, sicuro, sostenibile ed economicamente accessibile”, propone Susinno. Sono provvedimenti necessari per attuare la continuità territoriale, con riferimento alla condizione di insularità prevista a livello europeo. Da anni la Sardegna, in relazione all’attuazione della continuità territoriale, svolge un ruolo propulsivo e da protagonista in sinergia con il governo nazionale. Per i residenti in Sardegna sono già previste tariffe agevolate. Ci aspettiamo in tempi rapidi l’avvio di una interlocuzione su questi temi col governo nazionale ed il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, affinchè anche i siciliani possano avvalersi delle agevolazioni.”


Widget not in any sidebars