Dati alle fiamme pulmini trasporto disabili del Comune di Partinico. Cappadona, Agci: “Atto vile e scellerato, da respingere con fermezza”

“Solidarietà e vicinanza contro il grave atto intimidatorio che priva di servizi essenziali 47 disabili di Partinico”, afferma Michele Cappadona, presidente regionale dell’Associazione Generale delle Cooperative Italiane.

Il Comune di Partinico aveva appena avviato un piano innovativo, che avrebbe dovuto partire il 7 gennaio prossimo, per coprire totalmente i servizi per gli alunni disabili nelle scuole, che vanno dal trasporto, all’assistenza all’autonomia, all’igienico-sanitario.
“Si tratta di un atto vile e scellerato, su cui speriamo si possa giungere presto ad accertare le responsabilità. Occorre subito fare chiarezza, tenere accesi i riflettori per fare luce su quali interessi possano avere mosso i criminali a dare alle fiamme proprio i due pulmini del Comune destinati ai disabili. Di fronte a tali gesti infami occorre una immediata risposta istituzionale e la massima sensibilizzazione dell’opinione pubblica a sostegno della Comunità vittima dell’intimidazione. L’Agci Sicilia non può che sentirsi colpita, insieme ai cittadini di Partinico, nei valori di solidarietà che il mondo della cooperazione rappresenta per definizione, essendo peraltro quello dei servizi sociosanitari uno degli asset centrali delle coop sociali. Non si può quindi”, conclude Cappadona, “che respingere con fermezza questo gesto scellerato, rendendo vano solo pensare, ora e in futuro, che possa essere efficace ogni altro analogo atto criminale”.

Bruciati pulmini trasporto disabili. Il Comune di Partinico aveva appena avviato un piano innovativo per coprire…

Pubblicato da Rassegna Stampa su Sabato 29 dicembre 2018

Dario Fidora

Direttore editoriale