Crolli nelle scuole, emergenza sicurezza a Palermo. Protesta da parte di FGC contro l’incuria

Crollo del soffitto alla scuola dell’infanzia ed elementare “Sciascia” nel quartiere Zen. Scuola dell’infanzia chiusa nel quartiere di Borgo Nuovo per la presenza di topi. Crolli al liceo Regina Margherita, e all’istituto Pio La Torre.


Gli eventi di questi ultimi giorni danno una fotografia delle pessime condizioni in cui versano gli istituti scolastici di Palermo a causa di anni di tagli e abbandono da parte dei governi nazionali e delle amministrazione locali rispetto all’edilizia scolastica.

striscione FGC manifestazione per sicurezza nelle scuoleNon è solo un’emergenza ma un problema strutturale. Gli attivisti del Fronte della Gioventù Comunista – Palermo hanno posto al centro dell’attenzione questa problematica in due manifestazioni studentesche, rivendicando reale sicurezza affermando che le scuole sicure sono quelle che non crollano in testa a bambini/e e ragazzi/e, mentre il governo è impegnato a pensare a telecamere e crocefissi, continuando nei tagli all’istruzione. Sulla stessa linea anche l’amministrazione comunale guidata da Orlando che lascia in stato di abbandono e incuria gli istituti di sua competenza, in particolare dei quartieri popolari e periferici, scaricando sulle classi popolari le politiche antipopolari, di tagli ai servizi, patti di stabilità e vincoli di bilancio.
Serve un rapido intervento strutturale sull’edilizia scolastica, sia a livello nazionale che locale, per garantire realmente il diritto allo studio e alla sicurezza per tutti.

striscione FGC manifestazione per sicurezza nelle scuole


(Le immagini in copertina e del video sono della scuola Pio La Torre)