Crisi aeroporto di Birgi. Sindaci della provincia di Trapani contro assessore regionale Turano

Sulle accese polemiche in atto per le responsabilità della grave crisi che vive l’aeroporto Vincenzo Florio di Birgi, il sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida, smentisce le dichiarazioni dell’assessore regionale alle Attività produttive, Mimmo Turano, che aveva accusato i Comuni della provincia “di non aver messo un centesimo per aiutare l’aeroporto”.

Pubblicate le tabelle da cui risulta invece che i Comuni del trapanese hanno versato 7.662.800 euro. Tranchida: “Proporrò al CdA del Distretto Turistico del prossimo 30 Novembre l’indizione permanente degli “Stati Generali del Turismo in Crisi” in tutti i Comuni di questa provincia

Continuano i rimbalzi di responsabilità in merito alla mancata aggiudicazione delle tratte internazionali sull’aeroporto di Birgi: il primo ad intervenire sulla questione con sottili stilettate è stato il Sottosegretario per i rapporti con il Parlamento, on. Maurizio Santangelo, del movimento cinque stelle, il quale in una intervista rilasciata su un quotidiano on line qualche giorno fa, ha addebitato la responsabilità delle scelte operate sull’aeroporto di Birgi al Governo regionale del Partito democratico, guidato da Crocetta, che “Turano ha appoggiato fino a pochi mesi fa prima di salire sul carro del nuovo Governo”; accuse che l’assessore Mimmo Turano, in uno sfogo sui social, qualifica come “atteggiamento pilatesco intollerabile da parte di un movimento abituato alla protesta e non alla proposta”, ribadendo a gran voce che “gli unici ad occuparsi seriamente della questione sono stati la Regione Siciliana, con investimenti consistenti e io stesso in qualità di presidente della Provincia di Trapani”. Non solo, ma in un video sui social, l’assessore Turano ha puntato anche il dito contro i Comuni della provincia di Trapani, responsabili a suo dire, di non aver messo un centesimo per aiutare l’aeroporto. Dichiarazioni queste ultime che hanno fatto sobbalzare dalla sedia i sindaci della provincia, che hanno definito non del tutto veritiera la ricostruzione sullo sforzo posto in essere a fatica dai comuni che hanno messo le mani perfino nelle tasche dei cittadini a sostegno del co-marketing.

E così, carta e penna alla mano, il sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida ha diramato stamane una nota riguardo la crisi da parte degli Stati Generali del turismo nella provincia di Trapani, (che riportiamo in calce insieme alle tabelle 2014-2015-2016 riportanti i versamenti effettuati dai Comuni della provincia).


Sulla scorta delle note ed evidenti criticità circa la recente e mancata aggiudicazione delle tratte internazionali per far ritornare a volare l’aeroporto di Trapani Birgi, ci sorprendono non poco le confusionarie dichiarazioni del Sottosegretario di Stato Sen. Santangelo quanto la seccata dichiarazione dell’On.le Assessore regionale Turano, tanto nella mancata proposta di azioni e visione strategica, quanto nella ricostruzione non del tutto veritiera sullo sforzo invero posto in essere ed a fatica dai Comuni (mettendo financo le mani nelle tasche dei cittadini / fiscalità generale) della provincia di Trapani – unico caso nazionale e proprio all’atto della disfatta della stessa Provincia regionale(!) di Trapani – a sostegno del co-marketing insieme alla responsabile azione della CCIAA di Trapani.

 Non si può che denunciare e rimandare al governo nazionale 5 Stelle/Lega la latitanza ed il disinteresse sulla vicenda triste che mortifica l’economia di suo in crisi in questa provincia naturalmente vocata all’industria turistica, salvo la pretesa di far bottino di voti e consensi ad ogni occasione utile, come prossima quella europea. Trapani e la Sicilia sembra diventino d’interesse nazionale solo in prossimità del voto politico?!


Al pari risulta manchevole in capo alla responsabile azione del governo regionale l’invocato e reiterato appello dei Comuni del trapanese nel pianificare una strategia di sistema che impedisca alle compagnie low-cost di fare il bello ed il cattivo tempo utilizzando come “forni utili”, ieri l’aeroporto di Trapani, quanto oggi quello di Palermo.


Al riguardo appare assolutamente ingiustificabile, oltre che istituzionalmente mortificante, la spocchiosa sufficienza del governo Musumeci nel non accogliere la propositiva richiesta di confronto in merito avanzata dal Distretto turistico, unitamente al proposto intervento normativo per liberalizzare i collegamenti turistici su gomma da e per i porti e gli aeroporti siciliani, favorendo e sostenendo la mobilità turistica.


Diversamente, insieme ad altri Sindaci, riteniamo che responsabilmente i Comuni del trapanese, continueranno ad investire le quote ex co-marketing in una strategia di lungo respiro tendente a promuovere e valorizzare la destinazione Trapani West Sicily, al pari richiameranno e senza far sconti di alcun tipo i governi nazionali e regionali nel farsi seriamente carico di far meglio funzionare le infrastrutture strategiche, come gli aeroporti, porti e ferrovie, oltre che strade e scuole sovra comunali, invece di continuare a mantenere portafogli politici nel gestire gli interventi di sussidio individuali delle famiglie o dei piccoli imprenditori territoriali, senza tenere spesso conto delle azioni e programmazioni di sviluppo locale poste in essere dagli ambiti territoriali.
A tal fine, proporrò al CdA del Distretto Turistico del prossimo 30 Novembre l’indizione permanente degli “Stati Generali del Turismo in Crisi” in tutti i Comuni di questa provincia, invitando a partecipare tutti i soggetti responsabili, nel metterci la faccia ed assumere impegni seri e concreti, tanto nell’ambito delle funzioni proprie, quanto della responsabilità politica e di governo che discende dal proprio ruolo.

Roma e Palermo sono sempre più lontane dalle nostre Città? Dalla provincia di Trapani andremo a trovarli  e a farci sentire, anche a cavallo dello “scecco”, nobile e storico mansueto animale, sovente unico “mezzo” e compagno di viaggio utile per raggiungere questa parte remota di Sicilia che invece vuole cambiare decisamente verso ed essere protagonista del proprio futuro.

 Tabelle con gli importi a carico dei Comuni della provincia di Trapani per il co-marketing dell’aeroporto di Birgi

lettera a babbo natale

Poste Italiani ai bambini, ancora due giorni per scrivere a Babbo Natale e ricevere una sorpresa

Tutti i bambini che scriveranno la loro letterina riceveranno una sorpresa e l’invito a scaricare un app per giocare con disegni e lettere animate  Anche quest’anno torna la “Posta di Babbo Natale” la tradizionale iniziativa di Poste Italiane dedicata ai ...
Leggi Tutto
Sabrina Figuccia e Leoluca Orlando

Sabrina Figuccia: “Almaviva, il Comune di Palermo mantenga gli impegni con i lavoratori ex Lsu”

"Dopo la grande disponibilità a parole manifestata nella campagna elettorale delle amministrative del 2017, adesso il Comune si tira indietro" "Senza risposta l’appello lanciato da alcuni lavoratori ex Lsu che sono transitati in Almaviva e che adesso, grazie anche alle ...
Leggi Tutto
Rosario Mingoia

Mingoia eletto segretario generale in Uilca Unicredit Banca

Rosario Mingoia, giovane dirigente sindacale siciliano della Uilca, originario di Mussomeli (Cl), è stato eletto segretario generale della Uilca Unicredit Banca e segretario generale aggiunto del coordinamento in Unicredit Group, a conclusione dell'assemblea congressuale della Uilca, gruppo Unicredit, svoltasi a ...
Leggi Tutto
Comune di Palermo

Cisl su precari Comune di Palermo, stabilizzazione solo annunciata, nessuna certezza per i lavoratori

“In un contesto normativo e politico che favorisce finalmente l’uscita definitiva del precariato - affermano Lo Gelfo e Chiaramonte per la Cisl - si continua a rimandare la soluzione del problema”. “L’unica certezza è che l’amministrazione concederà la proroga a ...
Leggi Tutto