“Caro Forello, ti capisco…”. Firmato Gelarda

UGO, TI CAPISCO

Caro Ugo, hai la mia massima solidarietà. Nessuno come me a Palermo può comprendere cosa significhi essere isolato ed ignorato dal suo stesso partito. Vedere i propri comunicati sconfessati dal proprio capogruppo. Scoprire che le tue carpette sono frugate da ignoti. Sapere di riunioni effettuate in tua assenza. Di decisioni prese senza consultarti.
I tuoi contenuti, a mio parere, erano lontani dalla linea del movimento 5 stelle, e questo era evidente e da me denunciato a vario modo.
Eppure adesso vederti vittima di un certo modo di fare che in un’altra epoca ti ha visto attore attivo e non passivo mi addolora. Anche pensando a quanti ancora hanno fiducia in quello che resta del Movimento 5 Stelle siciliano, purtroppo ormai vaga ombra.

Ti offrirei la sponda della lega, ma so che ancora non comprendi il lavoro di riassetto dell’italia e della Sicilia che stiamo facendo e forse qui ti troveresti male.
Ti auguro comunque ogni bene e spero che possa trovare una collocazione politica che rispetti le tue idee, la tua persona e la tua terra, come è successo a me.

 


Nel ringraziare chi mi ringrazia per l’egregio lavoro svolto in questo anno e mezzo, tengo a precisare quanto segue.Le…

Pubblicato da Ugo Forello su Lunedì 12 novembre 2018