Altavilla, ritratto di un sindaco che non ha voluto girarsi dall’altra parte – VIDEO

La tragedia di Casteldaccia riporta d’attualità la figura dei sindaci delle piccole comunità, di quelle realtà dove tutti conoscono tutti e ciò non rende sempre facili le cose.

Ci sono sindaci che fanno finta di non vedere e non sapere e che mettono la ricerca del consenso al di sopra di ogni cosa.
E poi ce ne sono altri che non hanno il timore di abbattere qualche villetta abusiva – tanto per restare in argomento – e anche quelle regole di lassismo amministrativo che ricoprono di fango il buon nome della politica. Che, non dimentichiamolo mai, è però uno strumento nelle mani dei cittadini. Decidiamo noi a chi dare la delega, decidiamo noi quale modello di sindaco scegliere.
A pochi chilometri dalla casa maledetta di Casteldaccia e dal fiume Milicia c’è il paese di Altavilla governato da un sindaco che la cronaca di questi giorni, purtroppo, ci costringe a definire atipico.
Un sindaco, pardon, un uomo che ha scelto di non voltarsi dall’altra parte di fronte all’illegalità. E che per sua scelta non sarà più sindaco. Si chiama Giuseppe Virga. E vi consigliamo di cominciare a conoscerlo.


Widget not in any sidebars