Michele Cappadona: solidarietà alle vittime del nubifragio, indignazione per incidente istituzionale tra Giuseppe Conte e Nello Musumeci

“Il mondo della cooperazione, che trae la sua prima ispirazione dai valori della solidarietà, si stringe a conforto del dolore dei familiari delle vittime, al disagio e ai gravi danni sofferti dai cittadini e dalle comunità siciliane colpite dal nubifragio che si è abbattuto sulla Sicilia”, dichiara Michele Cappadona, presidente regionale dell’Associazione Generale delle Cooperative.
“Non possiamo che manifestare stupore e indignazione nell’apprendere dell’episodio accaduto oggi a Palermo, quando il cerimoniale del presidente del Consiglio Conte non ha consentito al presidente della Regione, massimo rappresentante eletto dal Popolo della Sicilia, di accedere al Policlinico, per rendere insieme al Premier l’omaggio alle vittime di questa notte e portare ai familiari il cordoglio della comunità siciliana”.
“Credo che noi tutti Siciliani, indistintamente, nel dovuto rispetto alle Istituzioni”, continua Cappadona, “non possiamo non prendere le distanze dall’infelice fatto di cui si è trovato protagonista Giuseppe Conte”.
“Non riconosco in questo episodio, che avverto come squallido, la dignità istituzionale che avrebbe dovuto accompagnarsi al ruolo di capo del governo. Al contrario”, conclude Michele Cappadona”,  plaudo al comportamento dignitoso tenuto dal presidente dello regione Sicilia Nello Musumeci, che senza indulgere in eccessive polemiche si è subito recato ad una seduta straordinaria della Giunta di governo, convocata per decidere i provvedimenti da adottare con urgenza per i danni causati dal maltempo nelle ultime ore”.


(Nella foto di copertina: Michele Cappadona, presidente AGCI Sicilia)

Dario Fidora

Direttore editoriale